Twitter testa un sistema che riconosce automaticamente i tweet che contengono minacce?

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Twitter ha dichiarato guerra ai messaggi contenenti minacce, abusi e molestie, dal momento che secondo l'amministratore delegato nel corso degli ultimi anni la strategia messa a segno per combattere questo fenomeno è stata fallimentare. A quanto pare, il team che lavora alla piattaforma di micro blogging avrebbe preso sul serio le dichiarazioni del CEO e starebbe testando una nuova funzionalità che sarebbe in grado di identificare automaticamente i tweet abusivi basandosi su una serie di criteri.

La società di recente ha anche aggiornato la policy, che prevede una maggiore tutela per gli utenti nei confronti di coloro che utilizzano Twitter per inviare minacce. Le nuove linee guida, secondo Shreyas Doshi, il director of product management, permetterà di debellare gli abusi in maniera più semplice: “la nostra politica precedente era incredibilmente limitata e restringeva la nostra capacità d'azione nei confronti di determinati comportamenti”.
Doshi ha anche aggiunto che l'azienda sta per introdurre alcuni strumenti extra per affrontare le violazioni, che costringeranno i segnalati a cancellare i tweets ed una sorta di obbligo di verificare gli account attraverso il numero di telefono.
Lo strumento che dovrebbe identificare in automatico i tweet abusivi dovrebbe basarsi su una serie di criteri, come la data d'apertura degli account (spesso i troll ne aprono di nuovi proprio per infastidire le persone) e dei controlli incrociati con i precedenti tweet per capire se si trattano di minacce o no.
Il dirigente non ha specificato come questa nuova funzione sarà integrata nel social network e soprattutto che tipo di limitazione fornirà agli utenti, ma sembra chiara la strategia di Twitter: rendere la piattaforma quanto più pulita possibile. FONTE: The Verge