Uber fa trapelare informazioni sui suoi autisti

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Uber ha accidentalmente fatto trapelare i dati personali di centinaia di propri autisti, mettendo in giro informazioni e foto sulle licenze, sulle targhe dei veicoli e molto altro di piuttosto sensibile. Il leak è stato ravvisato proprio da uno degli autisti, e scommettiamo che le informazioni non ci metteranno così tanto a diffondersi.

Poche ore dopo l'accaduto, Uber ha commentato con:
"Siamo stati notificati in merito ad un bug che ha impattato su una frazione dei nostri autisti statunitensi. In meno di trenta minuti, il nostro team di sicurezza ha sistemato il problema."

Nonostante siam contenti che l'azienda abbia subito messo una pezza, i dati personali di quei 674 autisti sono comunque stati rivelati negli Stati Uniti e potrebbero comunque essere un potenziale rischio. Non è infatti la prima volta che Uber tratta con poca attenzione le informazioni dei propri dipendenti, perché in un altro caso la società mise inavvertitamente in giro dei dati che garantivano l'accesso al suo database su GitHub.