Uber e Lyft potrebbero portare ad un calo delle macchine di proprietà

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Uno studio ha monitorato le abitudini dei possessori di automobili ad Austin, in Texas, dopo che servizi come Uber e Lyft erano stati banditi da un'ordinanza. Per lo studio Uber era riuscito a diminuire l'esigenza di possedere una macchina dei cittadini di Austin, un trend che è stato ovviamente invertito dalle scelte dell'amministrazione.

La parola d'ordine di compagnie come Uber e AirBnB è sempre stata "disruptive", un termine che non lascia possibilità ad equivoci. Nel caso di Uber e Lyft si trattava di modificare una volta per sempre il modo in cui la gente si sposta, una cosa che dopo tutto potrebbero avere mutato. Una nuova ricerca dell'Università del Michigan e del Texas A&M Insitute, oltre che della Columbia University ha, infatti, dimostrano come servizi del genere abbiano reso le persone meno dipendenti dalle proprie macchine, riducendo l'esigenza di avere un auto di proprietà.

Un'ordinanza della città di Austin, in Texas, aveva infatti bandito i servizi di trasporto con conducente. Gli istituti di ricerca hanno, quindi, monitorato gli impatti di questa decisione scoprendo che: 1) il 41% delle persone intervistate nel corso dello studio avevano ripreso ad usare un maggiore frequenza il proprio veicolo per riempire il vuoto lasciato dall'assenza di Uber 2) un 9% ha, addirittura, deciso di comprare una seconda macchina 3) solo un 3% ha deciso di passare ai mezzi pubblici per muoversi in città.

"Il nostro studio mostra come queste compagnie effettivamente cambino le abitudini delle persone", ha spiegato a The Verge Robert Hampshire, professore dell'UMTRI.

Si tratta di informazioni, sicuramente, utili ai regolatori che permettono di comprendere meglio l'impatto di queste app sul modo in cui la gente si sposta. Ciò nonostante, in realtà, non manca anche un certo scetticismo tra chi sostiene che questo studio sia ben lontano dal confermare quelle previsioni che Kalanick, l'ex CEO di Uber, pronunciò al World Economic Forum cinese l'anno scorso. In quella occasione il fondatore di Uber affermò che in un futuro molto vicino le persone non avrebbero più avuto macchine ma avrebbero usato esclusivamente servizi come Uber.