Uber: oggi l'incontro con il Ministero dei Trasporti

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Si prospetta un giovedì di passione, quello di domani, per la mobilità italiana. I tassisti, infatti, hanno confermato lo sciopero indetto la scorsa settimana, mentre il Ministero dei Trasporti ha fissato per oggi un incontro di lavoro con i rappresentanti della categoria per scongiurare il blocco di domani.

Il vice ministro, Riccardo Nencini, ha incontrato anche i vertici italiani di Uber, al fine di trovare un accordo che dovrebbe portare alla regolamentazione di servizi simili. Il General Manager di Uber Italia, Carlo Tursi, ha ribadito la posizione della sua compagnia: è necessaria una riforma in un settore che ormai è regolato da leggi vecchie di 25 ed obsolete: “il nostro auspicio è che si arrivi ad una vera riforma. Per noi la riforma deve essere una legge che trasformi un servizio che oggi è per pochi in un servizio per tutti, più accessibile per chi vive anche nelle periferie e nei piccoli Comuni d’Italia. Ci auguriamo che la riforma vada in questa direzione perché oggi sappiamo che è possibile grazie alle tecnologie, che permettono di effettuare prenotazioni in tempo reale”.
Nel frattempo, nella giornata di oggi dovrebbero arrivare al ministero i rappresentanti dei tassisti, che hanno disertato l’incontro fissato da Uber. Nel frattempo, lo sciopero di domani resta confermato.