Uber porta i test delle sue driverless car anche fuori dagli States

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Uber per la prima volta comincerà a dedicarsi alla ricerca e lo sviluppo del settore delle macchine a guida automatica fuori dagli USA, per la precisione a Toronto, Canada.

A quanto pare le accuse di aver rubato a Waymo (impresa spinoff di Google) informazioni sui loro progressi proprio in questo campo non ha scoraggiato Uber dal volersi comunque dedicare allo sviluppo della tecnologia.

Il team canadese sarà guidato da Raquel Urtason, professore associato di Computer sciences all'Università di Toronto. Urtason è specializzato in machine learning e computer vision, la tecnologia che permette alle macchine di vedere e analizzare correttamente lo spazio attorno a loro. Un team per il momento piuttosto ridotto, quello che dovrà guidare: appena otto dottorandi. Alcuni di loro saranno assunti come dipendenti full-time alla fine dei loro studi.

Il team di Toronto si concentrerà su tre profili in particolare: percezione dello spazio, localizzazione della vettura e mappatura.