Un'analisi scopre che i Lock Patterns di Android non sono troppo sicuri

di

Semmai aveste pensato che bloccare il vostro smartphone Android con un Lock Pattern sia sicuro, sappiate che ci sono delle novità in merito. Alcune ricerche hanno mostrato che in realtà questi "percorsi" sono moltissime volte facilmente prevedibili.

Gli Android Lock Patterns non costituiscono un meccanismo di per sé debole, ma è il modo col quale vengono usati che li rende tali.
Il percorso può essere costruito con un minimo di 4 nodi fino ad un massimo di 9, e questo in teoria fornisce agli utenti circa 400.000 differenti combinazioni fra le quali svegliere, ma tante persone usano gli stessi pattern.
Testando 4.000 combinazioni, Martle Løge dell'Università della Scienza e della Tecnologia norvegese ha scoperto che il 44% di queste partivano dall'angolo in alto a sinistra dello schermo, e che addirittura il 77% iniziava da uno dei quattro angoli. Il 10 percento degli utenti invece preferisce usare un pattern legato ad una lettera, come M oppure S.
Andando avanti, possiamo dirvi che il test ha svelato che tantissimi usano solo 4 nodi, i quali risultano in un numero davvero troppo esiguo di combinazioni, e che inoltre i cambi repentini di direzione sono pochi.

Come fare quindi per rendere il proprio pattern sicuro? Innanzitutto, Løge fa notare che è utile andare nelle impostazioni, premere su "Mostra il percorso scelto" e ragionare sul quanto prevedibile sia quello dai noi scelto. Alcuni consigli base sono quelli di aggiungere più nodi possibile - idealmente 9 - e quello di non cominciare assolutamente da nessuno degli angoli.