Un nuovo brevetto per lo smartwatch di Google

di

Dopo i tanto chiacchierati occhiali intelligenti, dai laboratori di Mountain View potrebbe uscire uno smartwatch, e non è questa la prima volta che si parla del progetto, infatti già nei mesi scorsi, in rete, hanno fatto la loro comparsa alcune indiscrezioni relative al presunto nome e al design. E’ di oggi, invece, la notizia di un nuovo brevetto depositato da Google presso l’United States Patent and Trademark Office da cui emergono dettagli molto interessanti sulle possibili modalità di interazione con il dispositivo; uno dei principali ostacoli per lo smartwatch sarebbe la superficie limitata, ma gli ingegneri di bigG sembrano aver trovato la soluzione per aggirare il problema, con l’ausilio di due touchpad collocati sui lati del quadrante.

Stando alle informazioni riportate nella documentazione, agendo su queste due superfici sarà possibile scorrere tra gli elementi dell'interfaccia del dispositivo, o impartire comandi come il pinch-to-zoom; l'orologio sarebbe poi equipaggiato con un modulo di connettività, processore, vibrazione e vari sensori per il rilevamento dei movimenti e della posizione dell'utente. Al momento non è completamente da escludere la possibilità di poter controllare tramite lo smartwatch anche altri dispositivi attraverso il wireless. Trattasi, fino ad ora, di sole ipotesi che non hanno ricevuto alcuna conferma da parte del colosso della ricerca, e sarà molto difficile che l'argomento sarà trattato in occasione del Google I/O in programma per metà Maggio; con ogni probabilità, per saperne di più, bisognerà attendere la fine dell'estate, quando anche Apple e Microsoft potrebbero mostrare simili soluzioni. 
Un nuovo brevetto per lo smartwatch di Google