Una MOD porta RetroArch su NES Classic Mini: supporto anche al Nintendo 64

di
Appena qualche settimana fa vi abbiamo raccontato di come il NES Classic Mini fosse stato “bucato” da un team di modder, che aveva reso la periferica nostalgica di Nintendo capace di leggere ROM del Sega Meda Drive, SNES e Game Boy.

Lo sviluppatore russo Alexey Avdyukhin è riuscito addirittura a creare un software (chiamato Hakchi2) in grado di scrivere sulla memoria della piccola console senza “brickarla". Quello che inizialmente era un applicativo complesso da usare, ora è diventato alla portata di tutti e supporta anche MOD di terze parti. Un’occasione troppo ghiotta perché MadMonkey restasse con le mani in mano: su GitHub è infatti spuntata la prima (e forse definitiva) MOD compatibile con Hakchi2 basata direttamente su RetroArch, il celebre emulatore multi-piattaforma.

La MOD “capisce quando una ROM non è compatibile con il NES e avvia l’emulatore di riferimento”, mentre il resto dell’interfaccia e delle funzioni (come il salvataggio degli stati e i menu) funzionano in modo assolutamente standard come concepito da Nintendo. Questo sistema supporta giochi SNES, Sega Mega Drive, Game Boy e Nintendo 64 (con pieno supporto al Classic Controller). Ovviamente prima di correre a installare tutto alla cieca, occorre sapere che la procedura resta tuttora un tantino complicata, il rischio di danneggiare la propria unità è sempre dietro l’angolo - e ovviamente la garanzia Nintendo non coprirebbe danni provocati dalla vostra voglia di “rompere” il sistema. Non a caso c’è chi aspetta una utility più semplice, o chi beato si gode i 30 giochi originali installati di default sul NES Classic Mini, del resto quanti di noi avevano più di 30 titoli all’epoca?

FONTE: TechCrunch