Uno studio rivela che gli smartphone sono in grado di rilevare la depressione

di

Gli smartphone sono sempre di più al centro della vita delle persone. Basti pensare che, quando presentò l'iPhone 5, Apple affermò che i cellulari sono gli oggetti più personali in quanto sono sempre in compagnia degli utenti. Ecco perchè in alcuni casi potrebbero anche aiutare le persone a combattere i disturbi mentali, come la depressione.

Si tratta di un disturbo che può rovinare l'atteggiamento e le motivazioni delle persone. Quando diagnosticato, può essere curato in molti modi, ma i problemi maggiori sovraggiungono quando non è un clinicamente riconosciuto.
I ricercatori sono convinti del fatto che gli smartphone possano aiutare le persone a capire se sono depresse o no.
La teoria è stata dimostrata da Cragistlist, che ha effettuato dei test su quaranta volontari di provenienza e dati demografici diversi. Dopo aver fatto fare loro un test, sui rispettivi smartphone è stata installata un'applicazione per la localizzazione. Due settimane dopo, i dati sono stati confrontati con i vari modelli ed è stato dimostrato che i pazienti a rischio depressione non solo erano più propensi a restare a casa, ma hanno anche utilizzato il telefono più spesso. Grazie a questi modelli è possibile avere un 87% di accuratezza.
Lo studio però ha molti limiti. Ad esempio copre un brevissimo periodo di tempo, e non è soprattutto in grado di capire realmente che utilizzo fanno degli smartphone le persone depresse: giocano su Facebook? Utilizzano il social network per altri scopi? Al momento non è noto.
E' comunque un passo in avanti significativo che potrebbe aiutare milioni di persone ad affrontare le paure. 

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0