Vaticano: una libreria da 2,8 petabytes!

di

La Libreria Apostolica Vaticana è una delle più antiche e affascinanti del mondo: con più di 80.000 codici e 11 milioni di libri provenienti da tutte le epoche, rappresenta un punto di riferimento per gli storici e studiosi di tutto il mondo. Nell'epoca del digitale però è anche giusto quantificare in bytes quanto occupano tutte queste opere, ebbene ci ha pensato EMC e il risultato è spaventoso: 2,8 petabytes e 40 milioni di pagine.

Tale cifra però è solo la prima parte di un progetto di nove anni che cercherà di preservare le opere più preziose della biblioteca: i documenti più importanti e i reperti culturali saranno messi online per permettere a tutti di consultarli liberamente senza dover fare estenuanti ricerche. EMC nei prossimi anni lavorerà a stretto contatto con Dedagroup per memorizzare i file utilizzando delle apparecchiature avanzate: "la collaborazione con la Biblioteca Apostolica Vaticana è un progetto estremamente importante e fornirà alle generazioni future l'accesso alla conoscenza e la comprensione di testi che altrimenti sarebbero stati persi" ha dichiarato Marco Fanizzi, community manager di EMC Italia. Un'ennesima apertura alla tecnologia da parte della Santa Sede, dopo l'approdo su Twitter dell'ex pontefice Benedetto XVI.