Verizon pronta a rinunciare all'acquisto di Yahoo

di
Piove sul bagnato per Yahoo. Secondo quanto riportato da Bloomberg, ed ancora non confermato in via ufficiale, Verizon avrebbe messo su un team legale per ridurre il prezzo d’acquisto del motore di ricerca o, addirittura, annullare del tutto l’affare.

Questo team lavorerà in maniera completamente indipendente da quello guidato dal CEO di AOL, Tim Armstrong, che sta esplorando i modi per integrare i due giganti del web sotto l’ombrello di Verizon.
L’operatore telefonico ancora non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo, ma è chiaro che l’ennesimo attacco hacker, che avrebbe compromesso un miliardo di account, potrebbe spingere i dirigenti ad annullare del tutto l’affare. Nell’ultimo comunicato, il colosso americano afferma che “come abbiamo sempre detto, valuteremo la situazione in base al prosieguo delle indagini di Yahoo. Prima di giungere a conclusioni definitive ed affrettate, valuteremo l’impatto di questo nuovo sviluppo sulla società”.
Uno degli aspetti principali su cui starebbe lavorando Verizon è quello di mettere in quarantena i servizi di Yahoo vulnerabili, in modo tale che in futuro gli utenti capiscano che la propria piattaforma è al sicuro. Secondo CNBC, inoltre, l’FBI starebbe indagando sulla questione.

FONTE: The Verge