WannaCry: parla per la prima volta Matt Suiche, l'hacker che l'ha bloccato

di
Parla per la prima volta in assoluto Matt Suiche, l’hacker che, seppur fortuitamente, è riuscito a bloccare l’attacco del ransomware attraverso la registrazione di un dominio. Suiche, hacker francese fondatore di Comae Technologies, è stato etichettato da tutti come un eroe, ed oggi rilasciato une breve intervista.

Nel corso di una chiacchierata tenuta con alcuni organi di stampa, Suiche ha affermato che secondo lui solo i computer che utilizzano Windows 10 sono al sicuro, ed ha invitato gli altri ad effettuare nel minor tempo possibile gli aggiornamenti messi a disposizione da Microsoft.
Lo stesso programmatore inoltre non ha escluso che in futuro le stesse vulnerabilità possano essere utilizzate per altri scopi, ed ha rivelato che analizzando il virus la sua società ha scoperto delle similitudini con Centopee, un malware usato da Lazarus Group, che come vi abbiamo riportato questa mattina, è stato collegato alla Corea del Nord.
Sulla nuova versione di WannaCry, Suiche ha svelato che conteneva il kill switch che fortunatamente è riuscito ad attivare e che grazie a due domini sta mantenendo in sicurezza il web. Fortunatamente, però, nelle ultime 24 ore non ha rilevato alcuna nuova variante del malware.

Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech