Wikileaks: la CIA sta hackerando le Smart TV Samsung

di
Wikileaks ha pubblicato una serie di documenti che hanno a tutti gli effetti dell’incredibile. Secondo quanto si legge sul sito di Julian Assange, infatti, la CIA starebbe utilizzando una serie di exploit da remoto e degli strumenti di hacking molto avanzati per ottenere l’accesso ad una serie di dispositivi.

Nella fattispecie, l’agenzia americana avrebbe preso di mira anche dispositivi iOS ed Android, tra il 2014 ed il 2016, riuscendo ad ottenere un discreto successo nell'accesso all'ecosistema del motore di ricerca, sfruttando degli exploit già noti sul web.
Lo scandalo non si ferma qui, perchè un altro degli exploit, che porta il nome in codice “Weeping Angel”, sembra prendere di mira le Smart TV di Samsung, che hanno attirato le critiche dei ricercatori di sicurezza per il loro sistema a comando vocale always-on. Secondo WikiLeaks, l’exploit rende di fatto la tv “un insetto, ed è in grado di registrare le conversazioni ed inviarle via internet ad un server segreto della CIA”. I documenti dipingono un quadro ben più ambiguo, affermando che le possibili applicazioni dell’exploit potrebbero anche permettere il furto delle credenziali, oltre che la registrazione audio diretta.

FONTE: The Verge