Wikileaks: nel mirino della CIA anche PC Windows ed OSX

di
Emergono, con il passare delle ore, sempre più informazioni dai documenti dell’operazione Vault7 lanciata da Wikileaks nella giornata di ieri. Sembra, infatti, che oltre ai dispositivi iOS ed Android e la smart TV targate Samsung, l’agenzia americana abbia un arsenale di malware per spiare anche i PC.

A quanto pare, la CIA avrebbe tra le mani virus come “Hammer Drill”, che infettano i software distribuiti su CD e DVD ed una serie di malware trasferibili tramite supporti rimovibili come le pendrive USB.
La CIA infatti avrebbe sviluppato dei sistemi automatici multi-piattaforma per attaccare e monitorare e spiare gli utenti in possesso di PC Windows, Mac OSX, Solaris e Linux.
Un portavoce di Microsoft, interpellato sulla questione, ha affermato che “la nostra società è al corrente di tali pratiche ed è al lavoro per venirne a capo”.
Quello che sembrava essere un caso di importanza secondaria, con il passare del tempo sta assumendo sempre più contorni preoccupanti per la sicurezza delle persone.