WikiLeaks presenta "Athena", il malware della CIA per rubare i dati

di
Nuovi documenti scottanti pubblicati oggi da Wikileaks. L’agenzia di Julian Assange, infatti, ha svelato Athena, un nuovo malware della CIA che sarebbe in grado di attaccare anche i computer con a bordo l’ultima versione del sistema operativo di Microsoft, Windows 10, allo scopo di rubare i dati degli utenti.

I documenti rivelano che il malware è stato sviluppato dall’agenzia federale insieme a Siege Technologies, una società specializzata in sicurezza informatica con sede nel New Hampshire.
Un quadro preoccupante, quello dipinto dalla testata dell’hacker Assange, che ricordiamo da cinque anni vive nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra per sfuggire alle richieste di estradizione avanzate dai giudici di Stoccolma verso gli Stati Uniti.
Non si tratta de primo attacco rivolto da Wikileaks alla CIA, dopo che lo scorso mese di Marzo aveva svelato una vera e propria rete di malware sviluppati dall’agenzia americana per spiare gli utenti attraverso anche televisori intelligenti. Accuse che sono state immediatamente allontanate dalla stessa CIA.