Windows 8: novità nella correzione errori

di

Una delle utility più delicate di Microsoft, la funzionalità di scansione errori(per gli addetti ai lavori CHKDSK), è stata profondamente rivista da Microsoft per quanto riguarda Windows 8. In condizioni normali, non capita molto spesso di utilizzare tale funzionalità, ma nel momeno in cui accade, i grattacapi non sono pochi: i tempi di intervento sono solitamente lunghi, e durante la scansione non è possibile utilizzare il pc poiché l’utility mette offline il disco fisso.

Proprio su quest'ultima caratteristica, la software house di Redmond ha lavorato molto, ponendo tra gli obiettivi quelli di limitare quanto più possibile i tempi di downtine per l'utente: in Windows 8, il volume sul quale potrebbero essere presenti dei problemi, viene lasciato comunque online, poiché gli ingegneri di Redmond hanno introdotto una modalità denominata "Spot", oltre alla normale scansione completa, che consente di posticipare le operazioni di correzioni di eventuali errori in un secondo momento., così da consentire all'utente di continuare ad utilizzare il pc senza problemi o interruzioni. A complemento di tale funzionalità, Microsoft ha previsto in Action Center una serie di strumenti e notifiche che indicano eventuali situazioni da verificare o correggere; le novità sono state estese anche alle unità di archiviazione rimovibili.
Windows 8: novità nella correzione errori