Windows XP è immune a WannaCry, lo suggerisce un nuovo rapporto

di
Secondo un nuovo rapporto diffuso dalla società di ricerca Kryptos, Windows XP sarebbe praticamente immune dal ransomware WannaCry. I ricercatori infatti hanno scoperto che i computer con a bordo l’ormai obsoleta versione dell’OS di Microsoft, tendevano a bloccarsi semplicemente, senza installare o diffondere il ransomware.

I test effettuati hanno dimostrato che i computer in questione non sono riusciti ad installare il virus, e o si sono bloccati o hanno semplicemente mostrato la classica schermata blu della morte, che richiede un hard reset.
Nel rapporto pubblicato si legge che “nella peggiore delle ipotesi, sono state segnalate molte schermate blu della morte, ma nessuna infezione”.
Il documento va in controtendenza rispetto a quello diffuso poche ore dopo l’attacco da Kaspersky Lab, che parlava di una percentuale di infezioni “insignificante” rispetto a quelle riscontrate sui computer basati su Windows 7 e Windows Server 2008.
Questo rapporto di Kryptos non contesta tutti i problemi di sicurezza di Windows XP, ma anzi, lo definisce un sistema “al sicuro” da WannaCry,