Xperia Z2 ritrovato perfettamente funzionante dopo sei settimane d'immersione in acqua salata

di

Sony è stato uno dei primi produttori ad introdurre l'impermeabilità nei propri cellulari, con l'Xperia Z che fu mostrato al CES 2013. La medesima strategia è continuata anche con l'Xperia Z2, che ha ricevuto la certificazione, anche se il produttore ha più volte precisato che i dispositivi possono essere immersi nell'acqua (ovviamente dolce) per non oltre trenta minuti ed a una profondità massima di cinque metri. Un utente però, tale Alexander Maxen da Gothenburg, è andato oltre.

Lo svedese, infatti, durante una vacanza ha dimenticato il suo Xperia Z2 sul sedile di una barca. Quindi potete immaginare che quando l'imbarcazione ha iniziato cavalcare le onde, il telefono è caduto in mare ad oltre dieci metri di profondità. Quando è tornato sulla terra ferma, Alexander si è reso conto di aver perso il cellulare, ma ha provato ad effettuare una telefonata ed ha scoperto che questo era ancora funzionante. Sei settimane dopo, un amico di Alexander ha fatto un'immersione subacquea ed ha recuperato il cellulare, che è stato trovato integro. I principali danni sono stato rilevati esclusivamente a livello estetico, come si può vedere dalla foto presente in calce. 
Xperia Z2 ritrovato perfettamente funzionante dopo sei settimane d'immersione in acqua salata