Yahoo conferma che alcuni membri dello staff sapevano dell’hack del 2014

di
Yahoo ha pubblicamente ammesso qualche mese fa l’hack di 500 milioni di account avvenuto nel 2014. Tuttavia, oggi la compagnia di Marissa Mayer ha confermato che alcuni dipendenti erano a conoscenza della violazione nel momento in cui questa è avvenuta.

Il tutto è avvenuto attraverso un documento presentato presso la SEC, in cui Yahoo afferma che, sebbene la notizia sia stata divulgata solo nel mese di agosto, i dipendenti della compagnia avevano già individuato indizi che portavano all’hack verso la fine del 2014.
Un comitato indipendente del Consiglio di Amministrazione, consigliato da un avvocato ed un esperto, sta indagando sulla questione, per fare ulteriore chiarezza agli utenti su quanto accaduto” si legge nel documento.
Nella stessa dichiarazione, Yahoo afferma anche di essere al lavoro per esaminare se lo stesso hacker abbia creato dei cookie per permettere ai malviventi di accedere agli account senza la necessità di inserire una password.
Le informazioni rubate durante l’attacco potrebbero includere indirizzi email, numeri di telefono, dal di nascita, password hash (sebbene la stragrande maggioranza sono state crittografate) e, eventualmente, le domande e risposta per effettuare il ripristino. L’hack è già costato a Yahoo 1 milione di Dollari.

FONTE: Engadget Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti