Yahoo ha confermato il furto delle password

di

A distanza di meno di 24 ore dalle prime indiscrezioni, Yahoo ha confermato in via ufficiale che le password violate appartengono effettivamente agli account degli utenti che utilizzano il servizio Voice. L’azienda, tramite un comunicato stampa, ha dichiarato che un team di sicurezza sta provvedendo alla risoluzione del problema, e afferma che l’azione degli hacker sia stata portata avanti con il solo scopo di dimostrare le falle di sicurezza del motore di ricerca, senza l’intenzione di voler utilizzare le credenziali trafugate per altri scopi. La società avrebbe aperto un'inchiesta, ma secondo fonti autorevoli, per la società ci sarebbe il concreto rischio di una massiccia class-action.