YouTube nasconderà, ma non rimuoverà, i video estremisti

di
Nel corso degli ultimi mesi. YouTube ha dato il via ad un importante giro di vite sui contenuti estremisti pubblicati sulla piattaforma. Oggi l’azienda ha fornito degli interessanti dettagli a riguardo ed ufficializzato i criteri che seguirà per contrastare il fenomeno.

YouTube, infatti, inizierà a limitare la portata dei video che contengono “contenuti controversi di stampo religioso o estremista”, ma che non violano le linee guida sull’odio presenti sul sito.

I video che vengono segnalati dagli utenti e che vengono revisionati, ma non rimossi, possono essere soggetti a nuove restrizioni, tra cui avvertimenti, lo stop alla monetizzazione ed alle interazioni con gli utenti (ad esempio commenti ed i mi piace).

Non è chiaro al momento il motivo per cui YouTube abbia scelto di non rimuoverli completamente, ma probabilmente il tutto è da ricercare nelle dichiarazioni rilasciate da Kent Walker lo scorso Giugno, quando affermò che “l’obiettivo di YouTube è garantire un giusto equilibrio tra libertà di espressione ed accessione alle informazioni”. Il giusto equilibrio quindi YouTube potrebbe averlo trovato proprio in questa nuova politica.

Ciò che resta da capire, a questo punto, è quali contenuti YouTube considererà completamente vietati per eliminarli, ma le norme esistenti parlano di video che “promuovono la violenza o l’odio nei confronti di individui o gruppi in base a determinati attributi” quali sesso o etnia. La materia è estremamente complessa, ecco perchè YouTube ha anche sviluppato degli algoritmo di deep learning che hanno lo scopo di identificare più rapidamente i contenuti in questione per favorirne la rimozione.