Zuckerberg: "basta omicidi in diretta facebook, assunti 3000 nuovi moderatori"

di
Dopo l'omicidio di un anziano americano avvenuto in diretta Facebook, Zuckerberg annuncia grandi cambiamenti: il social network assumerà nel corso dell'anno 3000 moderatori incaricati di monitorare i contenuti caricati online.

"Se vogliamo costruire una società sicura, dobbiamo rispondere alle minacce in fretta. Stiamo lavorando per rendere la segnalazione dei video più semplice, in questa maniera potremo agire più rapidamente", ha scritto Mark Zuckerberg sul suo profilo.

Lo scorso mese a Cleveland un uomo di colore aveva ucciso a sangue freddo un anziano trasmettendo il tutto in diretta Facebook. Il video era rimasto online sulla piattaforma per parecchie ore, destando non poche proteste sulla capacità di agire prontamente da parte del social network. Anche in Thailandia si era assistito ad un caso simile, se non addirittura più atroce: un video che ritraeva delle sevizie su un bambino era rimasto online a sua volta per parecchie ore, prima che il social network intervenisse.

Per questo motivo Zuckerberg ha annunciato che alle già ben 4500 persone incaricate della moderazione del sito, se ne aggiungeranno altre 3000. Non è ancora chiaro se Facebook intenda assumere direttamente nel suo organico i nuovi moderatori, come molte industrie del tech il social network si è già avvalso in precedenza dell'aiuto di team esterni.

Facebook mira a rendere più semplice la segnalazione dei contenuti offensivi caricati sulla piattaforma, oltre che più rapida la pronta comunicazione di eventuali problemi alle forze dell'ordine.