Anteprima Acer Predator XR341CK

Acer presenta un monitor 4K da 34" espressamente pensato per i videogiocatori.

anteprima Acer Predator XR341CK
Articolo a cura di

Come tutti i settori commerciali, anche quello dell’elettronica di consumo è solito essere attraversato da quelle che possiamo definite “tendenze”. Sempre più spesso nell’odierno mondo della tecnologia infatti, vengono scelte soluzioni più in base alla “moda” del momento che all’effettivo impatto sulla qualità finale, obbiettivo verso il quale ogni azienda dovrebbe principalmente tendere. È questo il caso dei display curvi, che a metà tra effettivo step evolutivo e vezzo estetico, stanno arrivando in maniera massiccia sul mercato. Dapprima lanciati solo nel segmento TV, i monitor curvi si stanno affermando anche nel settore PC, con numerosi nuovi modelli prodotti dalle più importanti compagnie. L’ultima in ordine temporale è Acer, che ha da poco presentato il Predator XR341CK, un display curvo da 34" panoramico dedicato espressamente ai videogiocatori.

Widescreen Play

Le tre caratteristiche principali che definiscono questo monitor (ed in assoluto qualsiasi prodotto similare) sono risoluzione, dimensione e rapporto d’aspetto. Parliamo di un pannello LCD LED con diagonale da ben 34”, in formato 21:9 e con una risoluzione di 3440x1440 pixel. Il tempo di risposta è di 1 ms e il refresh rate massimo è di 144 Hz. Caratteristica quest’ultima, che in combinato con il modulo G-Sync opzionale, orienta fortemente questo monitor come apparecchio pensato per la fruizione di videogame. L’Aspect Ratio di 21:9, già visto su prodotti simili (come il Dell UltraSharp U3415W), è in grado di visualizzare il formato anamorfico cinematografico senza bande nere, ed in generale rispetto al 16:9 standard è ulteriormente sbilanciato in senso orizzontale, cosa che consente di assecondare ulteriormente il campo visivo dell’occhio umano.
La risoluzione molto alta, oltre a rappresentare un indubbio vantaggio per quanto riguarda il godimento dei videogame, potrebbe essere una caratteristica importante anche per chi volesse utilizzare il monitor Acer per scopi professionali. Un numero così elevato di pixel infatti permette di lavorare in maniera comoda e senza problemi, oltre a consentire la presenza contemporanea a schermo di numerose finestre in multitasking. Una cosa apprezzabile da qualsiasi utente che per lavoro passi giornalmente numerose ore davanti al PC. Quanto detto finora confeziona un display dalle specifiche top, cosa che verosimilmente si tradurrà in un prezzo finale difficilmente adatto tutte le tasche. In questo senso diversi rumors affermano che Acer starebbe pensando ad una seconda versione di questo prodotto con una risoluzione più bassa, di 2560 x 1080 pixel per l’esattezza (UW-UXGA). Una variante in grado di abbattere sensibilmente i costi produttivi e di conseguenza il costo finale, a patto di un compromesso (del tutto accettabile) sulla qualità complessiva dell’apparecchio. Una scelta commerciale fatta in direzione dell’utenza e quindi sempre ben accetta.
Rispetto ad altri monitor, nell’analisi di questo Acer Predator XR341CK 34", oltre alle tre specifiche caratterizzanti finora analizzate, è impossibile non accennare, come per altro fatto nel paragrafo introduttivo, ad una quarta, ovvero la curvatura del display. Sebbene si tratti anche di una moda del mercato attuale, il display curvo ha una sua ratio e una sua base puramente scientifica. Dal punto di vista teorico infatti, un pannello curvo è in grado di porre tutte le linee di pixel alla stessa distanza dall’occhio, in modo da dare una rappresentazione più corretta delle distanze su un piano bidimensionale. Nella pratica, lo schermo curvo garantisce un'immersività straordinaria, particolarmente adatta alla visualizzazione di videogame e film, scopo per cui il prodotto Acer è stato sviluppato.

Design

Nella costruzione di questo nuovo monitor, a dispetto di quanto fatto da diversi concorrenti per prodotti analoghi (vedi Asus nella serie Rog), Acer ha cercato di puntare su linee essenziali ed in un certo qual modo eleganti. Il pannello curvo è circondato da un bordo sottile e neutrale, vivacizzato nella parte inferiore da un rilievo sagomato in cui campeggia il logo della compagnia. Particolare cura è stata messa nella realizzazione della staffa di supporto, davvero essenziale e capace di alleggerire la struttura e l’aspetto complessivo del prodotto. In generale un design riuscito, che in controtendenza con i competitor non vuole impressionare ma piuttosto adattarsi ad ogni genere di contesto. Una scelta che, insieme a quanto detto prima sul versante tecnico, rende questo monitor una scelta plausibile anche per la platea di utenti che non ha nel gaming il suo interesse principale.

Acer Predator XR341CK Acer, come già successo per altre compagnie, fa il suo ingresso nel mondo dei display curved, e lo fa con un prodotto raffinato ed espressamente dedicato ai videogiocatori. Forte anche di un discreta modularità (G-Sync opzionale e due diverse risoluzioni), questo display potrebbe rivelarsi una scelta davvero azzeccata per i gamers PC, grazie a diverse specificità in grado di massimizzare l’immersività ed il coinvolgimento di gioco (rapporto d’aspetto e curvatura su tutte). In definitiva si tratta di un monitor versatile, da tenere in considerazione se si ha un budget comunque cospicuo per l’assemblaggio di un personal computer e si ha l’esigenza di un’area di lavoro ampia e definita.

Altri contenuti per Acer Predator XR341CK