Anteprima AOC Agon AG271QX: monitor 27" QHD a 599€

AOC AG271QX rappresenta perfettamente l’etica della società asiatica nel settore dei monitor da gioco, in quanto offre buone caratteristiche ad un prezzo contenuto, grazie a un refresh rate elevato, risoluzione QHD ed AMD FreeSync.

anteprima AOC Agon AG271QX: monitor 27' QHD a 599€
Articolo a cura di

Agon deriva dal greco e, tradotto nella nostra lingua, vuol dire "lotta", "scontro", "gara". Agon è anche il nome scelto da AOC per la sua nuova linea di monitor, che non a caso sono stati ideati per le competizioni in ambito gaming. Per questa motivazione vogliono offrire il meglio delle tecnologie disponibili, con specifiche e caratteristiche dedicate ai giocatori professionisti ma non solo, il tutto con un occhio di riguardo al prezzo. Anche chi vuole il meglio può rivolgersi alla linea Agon di AOC, che per adesso contiene una lista di ben dieci prodotti con le funzionalità più disparate, così che l'utente possa trovare ciò che fa al caso suo. Non tutti i monitor sono arrivati sul mercato, ma uno dei primi a poter essere acquistato è l'Agon AG271QX, uno schermo non troppo costoso ma che non vuole assolutamente rinunciare a specifiche tecniche di tutto rispetto, a cui ogni utente che vuole giocare a certi livelli non dovrebbe rinunciare.

Agon si fa strada

AOC ha progettato il design della nuova linea totalmente da zero, tagliando nettamente rispetto al passato e alla precedente famiglia di monitor da gioco. Abbiamo la scocca del pannello in nero, mentre la base è in color argento. Le cornici dello schermo sembrano essere poco spesse, adattando bene il prodotto ad una configurazione multi-monitor. Il logo della famiglia di appartenenza è sulla cornice inferiore ed è in tinta rossa, mentre sulla sinistra troviamo le icone relative ai tasti per accedere e navigare nell'On Screen Display, che sono piazzati invece sul lato basso. Sulla destra dello schermo ci sono due porte USB 3.0, fra cui una con capacità di ricarica per smartphone, più i due jack audio per cuffie e microfono. Troviamo poi un incavo con la connettività offerta dall'AG271QX, che mette a disposizione un ingresso DisplayPort, una HDMI, DVI e VGA. C'è anche un foro Kensigton Lock per tenere il monitor al sicuro nel caso si partecipasse ad un LAN party. Sul retro c'è una sorta di V rossa, due speaker da 3 Watt ciascuno e il logo dell'AOC al centro. Ci sono anche dei fori VESA 100x100 che fanno sì che lo schermo possa essere fissato ad un muro, a patto di acquistare un supporto compatibile. Lo stand presenta una scala graduata che indica a che altezza è posizionato il pannello, che può essere anche ruotato da -20 a +20 gradi, inclinato da -3,5 a +21,5 gradi e posto totalmente in verticale. La base è invece particolare e presenta due piedi obliqui rispetto allo stand, che dovrebbero tenere l'AG271QX ben saldo alla superficie d'appoggio.
Il pannello ha una diagonale principale da 27 pollici con risoluzione 2560 x 1440 pixel a schermo, per quasi 110 PPI, un ottimo valore che rende i contenuti dettagliati e i testi non troppo piccoli da risultare illeggibili. La frequenza d'aggiornamento massima impostabile è pari a 144 Hz, fatto che tiene il motion blur piuttosto basso e consente di tenere la sincronizzazione verticale spenta senza avere artefatti se si gioca al di sotto dei 144 FPS.

Questo problema sull'AOC AG271QX però scompare, perché esso è dotato di AMD FreeSync, una tecnologia che implementa il refresh rate dinamico. Con tale caratteristica potrete dire addio al tearing, minimizzando al tempo stesso l'input lag. Il difetto più rivelante di questo prodotto è che possiede un pannello Twisted Nematic (TN) e non In Plane Switching (IPS). Questo però fa sì che il tempo di risposta sia il minimo possibile sul mercato, e cioè pari a solo un millisecondo. Lo schermo è certificato flicker free e non dovrebbero quindi esserci sfarfallii dell'immagine, in nessuna condizione. AOC ha dichiarato una luminosità massima di 350 candele al metro quadro, mentre il contrasto statico dovrebbe ondeggiare attorno ai 1000:1. Il monitor consuma 47 W mentre è acceso e 0,5 W in standby.

AOC Agon AG271QX AOC AG271QX rappresenta perfettamente l’etica della società asiatica nel settore dei monitor da gioco, in quanto offre buone caratteristiche ad un prezzo contenuto. Il design è migliorato rispetto agli scorsi modelli e speriamo anche i materiali, che erano una delle pecche della scorsa famiglia gaming. Peccato solo per il pannello con tecnologia TN, che è oramai superata. Per tale scelta gli angoli di visione non sono eccelsi, pari a 170 e 160 rispettivamente per quello orizzontale e per quello verticale. Questo fattore ha permesso però all’azienda di tenere ancora più basso il prezzo finale, che è fissato a 599 euro per il mercato italiano.