Anteprima BQ Aquaris E4.5 Ubuntu Edition

Il primo smartphone basato sul sistema operativo Ubuntu.

anteprima BQ Aquaris E4.5 Ubuntu Edition
Articolo a cura di

Sono passati alcuni anni dall'inizio della progettazione di uno smartphone Ubuntu, e finalmente è arrivato il momento del suo arrivo. Accanto ai vari telefoni cellulari Windows, Android ed iOS, prenderà posto il primo device Ubuntu, sistema operativo conosciuto soprattutto dagli appassionati di informatica. Si tratta di BQ Aquaris E45 Ubuntu Edition (già esistente nella versione Android), prodotto in collaborazione con la società BQ, azienda spagnola che opera nei settori smartphone, tablet e stampanti 3D.
Le vendite del device sono già iniziate, ed è possibile acquistare il dispositivo ad un prezzo di 169,90 euro; la distribuzione è prevista solamente per il continente Europeo, poiché BQ non sembra intenzionata ad estendere la vendita al di fuori del vecchio continente.

Caratteristiche tecniche

La scheda tecnica mostra uno smartphone provvisto di un hardware assolutamente anonimo, senza nulla di particolarmente distintivo. Troviamo un display da 4.5 pollici con risoluzione 540x960 (qHD), sotto al quale è installata una CPU Quad Core MediaTek Cortex A7 con clock fino a 1.3 GHz, accompagnata da una GPU Mali 400 a 500 Mhz, 1 GB di memoria RAM e memoria interna da 8 GB (in realtà sono 5.5 i Gb disponibili), espandibile fino a 32 Gb grazie allo slot MicroSD.

Il comparto fotografico è composto da una fotocamera posteriore da 8 megapixel provvista di Dual-flash e di autofocus ed una fotocamera frontale da 5 megapixel. Lo smartphone è provvisto di supporto Dual-SIM, modulo Wi-Fi 802.11 b/g/n, supporto alla rete Bluetooth 4.0, HSPA+, GPS e A-GPS; è anche dotato di tecnologia sonora Dolby , radio FM e LED di stato. Gli ingeneri hanno deciso di affidare l'alimentazione ad una batteria da 2150 mAh che, viste le specifiche, non dovrebbe avere problemi a garantire una buona autonomia.
Le dimensioni sono pari a 137 x 67 x 9 millimetri con un peso di 123 grammi.

IL SISTEMA OPERATIVO

È palese che la punta di diamante di Aquaris E45 non sia l'hardware, bensì il sistema operativo, che supporta sia le applicazioni web in HTML5 che le app QML. Il nuovo sistema operativo mobile prende il nome di Canonical, su cui è presente una feature (“scope”) grazie alla quale è possibile avere contenuti provenienti da diverse sorgenti in un unico HUB, in modo da poter consultare ciò che interessa senza dover aprire più fonti; ad esempio, lo “scope” di una determinata giornata mostrerà diverse informazioni, come il meteo, l'ora di alba e tramonto, le festività, i possibili eventi, i messaggi, le chiamate recenti e le notizie provenienti da varie fonti. Ovviamente ognuna di queste voci può essere disabilitata o abilitata in qualsiasi momento e a proprio piacimento.

Ma esistono altri “scope”, come ad esempio quello dedicato alla musica, che raccoglie i dati di più sorgenti, come ad esempio SoundCloud, YouTube, Songkick e altro; anche qui l'utente avrà modo di personalizzare il tutto, filtrando ad le fonti indesiderate. Purtroppo coloro che sono interessati ad applicazioni come Skype, Whatsapp o Instagram non potranno godere di queste app su Aquaris E45, poiché sullo Store Ubuntu non sono ancora disponibili, ma si spera che in futuro saranno rilasciate.
In definitiva, si tratta di un sistema operativo dedicato agli sviluppatori o comunque a chi ha già utilizzato Ubuntu, poiché siamo ancora nella fase iniziale dello sviluppo di questo OS.

BQ Aquaris E4.5 Ubuntu Edition Questo esperimento è certamente interessante, Ubuntu come sistema operativo di un device mobile non si era ancora visto. Purtroppo, dopo aver esaminato nel complesso le specifiche tecniche, il pensiero è uno solo: si poteva fare di meglio. Come era lecito aspettarsi, gli sviluppatori si sono concentrati quasi unicamente sullo sviluppo del sistema operativo, investendo molte meno energie nel comparto hardware. Certo, spesso non è solo questione di hardware, ma un minimo di attenzione in più avrebbe dato maggiore visibilità al progetto. Purtroppo ciò porta questo smartphone a non essere competitivo in un mercato in cui si riescono a reperire terminali migliori a prezzi inferiori. Insomma, uno smartphone interessante per gli appassionati di Ubuntu, ma decisamente poco attraente dal punto di vista dell'hardware; speriamo che Canonical abbia fortuna in futuro, magari grazie ad altri smartphone.