Anteprima Eurocom Sky X9

L’Eurocom Sky X9 è il primo esempio di “desktop laptop”, grazie a un processore con architettura Skylake e moltiplicatore sbloccato, unito ad una NVIDIA GeForce GTX 980 di classe desktop.

anteprima Eurocom Sky X9
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La linea di confine fra notebook e desktop si sta sempre di più assottigliando. I computer portatili acquistano maggiore capacità elaborativa, e ultimamente il progresso è avanzato davvero velocemente. Basti ricordare l'annuncio riguardo l'approdo del GM204 sulle gaming machine da parte di NVIDIA, o il recente sblocco del moltiplicatore su selezionati processori mobile marchiati Intel.
Eurocom è una delle realtà che meglio sta influenzando questo perfezionamento, e lo Sky X9 ne è fermamente il primo testimone. "Nel 1989 abbiamo creato il primo desktop replacement notebook, mentre adesso, nel 2015, abbiamo prodotto il primo desktop laptop", ha dichiarato Mark Bialic, presidente dell'azienda. E noi siamo convinti che sia così, perché l'X9 ha realmente le forze per poter misurarsi senza timore con qualsiasi PC da gaming.

Desktop laptop

Non è la prima volta che Eurocom presenta un progetto del genere, perché già durante lo scorso anno mostrò il Panther 5, una workstation con il supporto alle CPU Intel Xeon a 12 core. Evidentemente la società ha messo nello Sky X9 tutta l'esperienza maturata, creando un prodotto dal potenziale enorme.
Il design di questo notebook è classico, ed esteticamente si rifà alle linee un po' prepotenti dei notebook da gioco. L'unica peculiarità è composta dai due led sulla cover, configurabili tramite il software messo a corredo dall'azienda americana. Tramite quest'ultimo è possibile anche editare l'illuminazione della tastiera, retroilluminata e configurabile fino a 7 colori diversi. Il touchpad è ben posizionato e adeguatamente grande. Ci sentiamo di affibbiare lo stesso aggettivo al laptop stesso, in quanto è largo 42,8cm, lungo 30,8cm e spesso 4,5cm. Il peso specificato da Eurocom è di 4,8kg.
Il primo responsabile delle dimensioni del prodotto è il grande schermo, percorso da una diagonale da 17.3 pollici e costituito da un pannello a risoluzione FullHD, anche se come optional è disponibile un display 4K. Lo Sky X9 può supportare fino a quattro monitor esterni contemporaneamente, grazie alle due Mini DisplayPort, alla connettività HDMI 2.0 e all'ingresso USB 3.1. Altre due USB 3.0 sono dislocate lateralmente allo chassis.
Il laptop supporta schede di espansione Wi-Fi con interfaccia M.2, ma di serie monta già ben due connettori RJ-45 Killer E2400, con velocità di trasmissione/ricezione massima di 1 Gigabit.
La sezione audio è curata da Creative, con la scheda audio Sound Blaster X-Fi MB3 e supporto al 7.1. Il suono elaborato da questa arriva direttamente a due altoparlanti ONKYO da 2,2W e al subwoofer da 2,5W. Sul fronte audio le connessioni disponibili prevedono un ingresso per cuffie, un secondo per il microfono, una line-in e una porta ottica S/PDIF.
La società non ha voluto disdegnare la sicurezza della propria creatura, dotando la gaming machine di un lettore d'impronte digitali, di agganci Kensington Lock e di un Trusted Platform Module 2.0 integrato - un Infineon SLB9665-TCG, per la precisione.

Skylake e Z170

La stragrande maggioranza dei notebook sono costituiti da un processore con socket BGA, cioè saldato direttamente sulla motherboard. Non è il caso però dell'Eurocom Sky X9, che utilizza una scheda madre con chipset Intel Z170 e socket LGA 1151. Nella sua massima espressione, su questo è ancorato un processore Intel Core i7-6700K con architettura Skylake, proprio come fosse un computer desktop; basti pensare che la CPU teoricamente potrebbe essere sostituita senza troppi problemi, in futuro. Grazie al chipset Z170 essa è liberamente overcloccabile. A tal scopo, il notebook fa utilizzo di un sistema di raffreddamento ad aria più raffinato rispetto alla media, con ben tre ventole radiali piazzate in punti precisi. Della grafica se ne occupa il chip GM204 della NVIDIA GeForce GTX 980 a bordo della gaming machine, con 8GB di memoria GDDR5. I CUDA Cores sono 2048 e quindi la GPU è completamente sbloccata, essendo identica alla controparte desktop. La memoria RAM, invece, può arrivare sino all'incredibile capacità di 64GB a 2400MHz, con tecnologia DDR4 grazie alla compatibilità col chipset Intel. Per lo storage troviamo due slot M.2 compatibili con due SSD gestiti dall'omonima interfaccia, e altrettanti ingressi SATA a 6GB/s, con varie configurazioni RAID disponibili. Tutto ciò è mosso da un impressionante alimentatore da 660W.
L'overclock sullo Sky X9 è reso semplice dal BIOS/EUFI sviluppato ad hoc per il laptop, il quale integra persino alcuni benchmark per testare che tutta la procedura sia andata a buon fine.

Eurocom Dopo che NVIDIA ha presentato la GTX 980 per notebook, Eurocom ci ha stupito installando un processore desktop in una gaming machine - e non è la prima volta per l'azienda canadese. Lo chassis è forse un po’ anonimo, soprattutto una volta alzato il coperchio, ma per molti quello che conta prende posto sotto la scocca. Un Intel Core i7-6700K in un notebook fa sicuramente gola a parecchi e, al suo apice, la configurazione fa davvero tremare la maggior parte dei PC da gioco, poco importa che siano desktop o no. L’alimentatore da 660W, nonostante sia necessario, ci fa venire qualche dubbio sulla durata della batteria, che sarà da appurare. Inoltre, non sappiamo quanto bene il sistema di dissipazione regga un eventuale overclock - i 91W del processore sono già di per sé tanti per un laptop. Il prezzo di partenza dello Sky X9 è di 2.543 dollari, ed è già disponibile in Canada e negli Stati Uniti.