CES 2016

Anteprima Fitbit Blaze: smartwatch per sportivi al CES 2016

Il brand americano, leader nel settore degli indossabili dedicati allo sport, ha presentato al CES di Las Vegas il suo primo smartwatch, il Blaze, un dispositivo in grado di garantire oltre 5 giorni di autonomia.

anteprima Fitbit Blaze: smartwatch per sportivi al CES 2016
Articolo a cura di

Poche ore fa, al CES di Las Vegas, si è tenuta la conferenza stampa di Fitbit, azienda che ha fatto segnare ottimi risultati durante le festività, grazie ai suoi dispositivi indossabili. Il mondo dei device wearable sembra essere uno dei temi centrali di questa edizione del CES, e Fitbit è uno dei brand più amati e conosciuti che partecipa all'evento, almeno in questo settore. Il 2015 è stato un anno importante per questa società, ma il 2016 lo sarà ancora di più dal momento che porterà diverse innovazioni, assicurandosi così un posto nei cuori degli appassionati. Innovazioni che partono dal nuovo Fitbit Blaze, uno smartwatch nato per competere con Apple Watch.

L'evoluzione della specie

La conferenza è iniziata con la presenza del CEO James Park che ha ricordato come i dispositivi Fitbit siano divenuti un "must have" per molti utenti, ma il momento propizio non frena lo sviluppo di nuovi prodotti, ancora più completi che in passato. Ecco dunque che arriva il momento di Fitbit Blaze, un device wearable più intelligente, più bello esteticamente ed in grado di motivare maggiormente l'utente rispetto a quelli passati dell'azienda. Esso è stato progettato soprattutto per il fitness, tanto che integra un'app chiamata Fitstar che fornisce un vero e proprio personal trainer, realizzato per motivare al massimo l'utente durante gli allenamenti. La feature non necessita del supporto di uno smartphone visto che è integrata in Fitbit Blaze. Il cinturino è facilmente intercambiabile ed è possibile scegliere tra diversi materiali, come pelle, gomma e acciaio.
Una delle novità portate da questo device è la presenza dello schermo a colori touch screen, una caratteristica mai vista nei precedenti prodotti ideati dalla società, rendendolo di fatto un vero smartwatch. Il dispositivo integra anche altre funzionalità specifiche come ad esempio la feature "Smart Track" che riconosce automaticamente l'attività sportiva che si sta facendo, come la corsa, il calcio, il tennis e il basket, attivando in modo automatico la modalità allenamento.
La dotazione comprende anche il sensore per la rilevazione del battito cardiaco, che ha subito diverse migliorie, incrementando la precisione rispetto al passato; esso funziona costantemente, senza il bisogno di premere alcun pulsante per attivarlo. Questo è utile per conoscere la propria frequenza cardiaca a riposo (ad esempio durante il sonno) dal momento che è un importante dato per capire la salute del proprio sistema cardiovascolare. Rispetto all'attuale top di gamma della linea, il Surge, manca però il GPS.

Fitbit assicura che l'autonomia della batteria è garantita per 5 giorni e 5 notti, praticamente come i precedenti modelli senza schermo a colori, un ottimo dato se sarà confermato. Vi sono anche delle funzionalità tipiche degli smartwatch, ad esempio è possibile controllare la riproduzione musicale e rifiutare delle chiamate; inoltre sullo schermo l'utente potrà visionare le notifiche provenienti dagli smartphone, oltre che ricevere aggiornamenti sui propri impegni e i messaggi.
Fitbit Blaze sarà disponibile alla vendita in tutto il mondo a partire da maggio 2016 ad un prezzo di 199 dollari, che in Italia diventano 229,95€; per gli impazienti i preordini sono già stati aperti, ma le spedizioni non partiranno prima di maggio.

CES 2016
1 Speciale Tech Asus
Asus