Anteprima Google Pixel C, tablet Android con SoC Tegra X1

Il tablet presentato da Google intende offrire la miglior esperienza d'uso possibile con il robottino verde, grazie al chip Tegra X1 di NVIDIA, che integra al suo interno una potente GPU Maxwell.

anteprima Google Pixel C, tablet Android con SoC Tegra X1
Articolo a cura di

Il keynote di Google ha lasciato un po' l'amaro in bocca. La presentazione di qualche giorno fa, messa a confronto con quelle di Apple prima e Microsoft poi, non ha retto il confronto, una cosa che non accadeva da tempo. Presentazione che ha visto protagonisti i nuovi Nexus, ma anche il tablet Pixel C, un 2 in 1 basato su Android che in molti hanno accostato a Surface Pro 4 e a MacBook Air. A nostro avviso, il confronto è quantomai impari, visto che si tratta di dispositivi molto diversi, a cominciare dall'architettura interna.
Pixel C dovrebbe trovare posto nei negozi entro la fine dell'anno e sarà acquistabile ad un prezzo di 499 dollari per la versione da 32GB e 599 dollari per quella da 64 GB. L'utente avrà modo di acquistare anche una tastiera wireless, in modo da rendere molto semplice l'utilizzo del tablet per le attività di videoscrittura; il suo costo sarà di 149 dollari. Disponibilità e prezzi sono relativi al mercato statunitense poiché non vi sono notizie riguardanti la messa in commercio nel Vecchio Continente, ma pensiamo che il device sbarcherà anche dalle nostre parti, magari con un po' di ritardo.

Caratteristiche tecniche

Google Pixel C vede la presenza di un display con diagonale da 10.2 pollici, risoluzione pari a 2560x1800 pixel e luminosità di 500cd/mq. Il tablet si basa sul processore Tegra X1 di NVIDIA, accompagnato da una GPU Maxwell con 256 CUDA Core e da 3 GB di memoria RAM; sono state prodotte due varianti di questo device, una dotata di storage interno da 32 GB e l'altra con 64 GB.
Già da qualche tempo vediamo l'adozione di porte USB Type C su vari dispositivi; Google ha deciso di fare lo stesso con Pixel C, in modo da offrire agli utenti l'ultimo standard disponibile.
La scocca di questo tablet è realizzata in alluminio e il design per molti versi ricorda un po' quello del Chromebook Pixel. Nella sua superficie trovano spazio quattro microfoni e due speaker stereo, con i primi deputati a gestire al meglio i comandi vocali.
Il sistema operativo che verrà installato sarà Android, ovviamente nella versione 6.0 Marshmellow.
Google non ha mancato di fornire anche un'utilissima tastiera con dock collegabile al dispositivo per mezzo della rete Bluetooth; essa si ricaricherà per induzione quando sarà attaccata al tablet, senza quindi il bisogno di cavi o altre apparecchiature per la ricarica.
Segnaliamo anche che il Pixel C è il primo tablet prodotto interamente da Google, senza l'aiuto di partnership esterne, come quella con HTC per il Nexus 9.

Google Pixel C Il tablet presentato da Google ha buone possibilità di mostrarsi competitivo nei confronti degli avversari, almeno quelli con architettura ARM. L'accoppiata processore-RAM sembra essere vincente, almeno sulla carta, bisognerà vedere come questa combo si comporterà durante l'utilizzo vero e proprio. Il prezzo è un linea con quelli a cui siamo abituati con i tablet top di gamma, però resta da vedere se è adeguato a ciò che viene proposto. In molti ritengono che Android non sia il miglior sistema operativo per un tablet. Vedremo se con la nuova versione di Android verranno portate modifiche all'interfaccia, in modo da avere un UI più consona all'utilizzo del tablet. Non ci resta quindi che attendere il lancio del device.