Google Pixel e Pixel XL: tutte le immagini e le probabili specifiche tecniche Anteprima

I nuovi smartphone Pixel e Pixel XL di Google saranno presentati il 4 ottobre. Scopriamo le ultime immagini diffuse e i rumor sui due terminali.

anteprima Google Pixel e Pixel XL: tutte le immagini e le probabili specifiche tecniche
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

I nuovi Google Pixel e Pixel XL sono sempre più vicini alla presentazione ufficiale. Il 4 ottobre Big G toglierà i veli ai due smartphone, eredi della gamma Nexus tanto apprezzata dall'utenza Android, soprattutto quella più attenta alle prestazioni e alla personalizzazione del robottino verde. Anche se mancano i dati ufficiali, ormai molte delle specifiche dei due terminali sono abbastanza sicure, mentre online i render hanno mostrato anche parte del loro design. Cerchiamo quindi di fare il punto della situazione, cercando di capire quali saranno le loro caratteristiche e il loro aspetto estetico.

Design anonimo, hardware al top

Sulla rete circolano già da diverso tempo i render dei due terminali, alcuni dei quali dati per certi dai rispettivi leaker. Anche evleak è intervenuto sulla questione, mostrando un render frontale di uno dei due dispositivi e affermando con assoluta certezza che le immagini ritraggano il suo design definitivo. La parte frontale, se confermata, sembra essere piuttosto anonima, anche se la qualità dell'immagine non consente di trarre le dovute conclusioni in merito. Di certo si può affermare che le cornici non sembrano essere molto contenute. La scocca posteriore è in metallo e dalle prime immagini pervenute sembra riprendere molto dello stile di HTC, azienda che si è occupata dello sviluppo dei due smartphone. Allo stato attuale però è inutile fare congetture sul design della backcover dei nuovi Pixel, meglio aspettare qualche conferma in più in merito, oppure attendere direttamente la presentazione del 4 ottobre, che chiarirà ogni cosa. Dalle immagini è possibile anche vedere un assaggio della nuova interfaccia pensata da Google e integrata in Android 7.1 Nougat, sistema operativo di entrambi i device. La nav bar è stata modificata, così come anche le icone, più tonde rispetto al passato. Da notare anche la barra laterale, dedicata ai servizi di Google, e la piccola freccetta nella parte bassa, che tramite uno swipe verso l'alto mostra le applicazioni installate.
Sul fronte hardware ci sono invece maggiori certezze, con Pixel e Pixel XL che punteranno diretti verso la fascia alta del panorama Android, senza però differenziarsi troppo l'uno dall'altro. Partiamo dal modello più grande, il Pixel XL, su cui permane un dubbio sul tipo di processore utilizzato. In realtà la lista dei papabili è davvero molto breve e include lo Snapdragon 820 e il suo successore, lo Snapdragon 821. Entrambi sfruttano un processo produttivo a 14 nm FinFET e sono dotati di 4 Core Kryo e GPU Adreno 530. Nel caso della variante 821 però le prestazioni sono leggermente superiori, con un incremento del 5% per la GPU e del 10% per la CPU, mentre i consumi sono ridotti del 5% rispetto alla generazione precedente. Per adesso, gli unici device presentati con il nuovo SoC sono i nuovi Xiaomi Mi5s ed Mi5s Plus, di cui potete leggere l'anteprima a questo link, con cui la casa cinese ha anticipato tutti, compresa Google. Sarebbe strano dunque vedere i Google Pixel equipaggiati con il "vecchio" Snapdragon 820, ma staremo a vedere come andrà a finire.

All'interno troviamo poi 4 GB di memoria RAM e 32 GB per lo stoccaggio dei dati. La fotocamera principale è da 12 Megapixel mentre quella secondaria arriva a 8 Megapixel. Aspetto fondamentale che differenzia il modello XL da quello standard sono ovviamente le dimensioni del display, che in questo caso toccano quota 5.5", con risoluzione QHD e tecnologia AMOLED. Ad alimentare il terminale è una batteria da 3450 mAh. Il più piccolo Pixel invece fa affidamento su un hardware molto simile, almeno dalle indicazioni disponibili finora, ma con un display da 5" AMOLED con risoluzione Full HD e una batteria meno capiente, da 2770 mAh. Entrambi gli smartphone offrono anche USB Type C e jack da 3.5 mm, segno che Google non vuole, almeno per ora, abbandonare il vecchio ma ancora valido formato.
Per quanto riguarda i prezzi regna ancora molta incertezza, alcune fonti indicano un costo base di 549$, altre invece di 649$ per il Pixel. Meglio attendere il 4 ottobre però prima di trarre qualsiasi conclusione su questo aspetto.

Google Pixel I nuovi Google Pixel sono device che puntano su un design piuttosto semplice, di certo non originale, e su un comparto tecnico di primo livello. Come sempre però, quando si parla di smartphone di Google, il vero valore aggiunto per gli utenti lo fa il software, libero da bloatware e pronto per essere personalizzato. Resta da capire il prezzo dei successori dei Nexus, che se partirà da 649$ potrà rappresentare uno scoglio non da poco alla loro diffusione, soprattutto in Italia, dove questa cifra è inesorabilmente destinata a salire.