Huawei Honor V8: specifiche tecniche e prezzo ufficiali

Honor presenta in Cina il suo nuovo top di gamma V8, un terminale dalle dimensioni generose che adotta una doppia fotocamera posteriore e un display da 5.7”, sia in versione Full HD che QHD.

anteprima Huawei Honor V8: specifiche tecniche e prezzo ufficiali
Articolo a cura di

Dopo le voci trapelate nelle scorse settimane, suffragate anche da alcune immagine diffuse da Huawei, il nuovo Honor V8 ha fatto finalmente il suo debutto. La presentazione ufficiale è stata fatta in Cina, ma il terminale quasi certamente arriverà anche in Europa, trattandosi del top di gamma Honor. Ancora non si hanno indicazioni sulle date di arrivo e sui prezzi in occidente, che saranno svelate solo dopo la conferma dell'arrivo del terminale nel vecchio continente. La speranza è che non manchi molto prima di poter toccare con mano il nuovo arrivato, visto che le specifiche emerse nelle scorse settimane sono state confermate quasi completamente, per uno smartphone che riesce a distinguersi dal recente Huawei P9 senza essere penalizzato nelle prestazioni. Questo grazie alle dimensioni, maggiori rispetto al recente flagship della casa cinese, e al display, che sarà disponibile in due varianti, di cui una QHD.

Un design classico

Partiamo da un presupposto: Huawei e Honor fanno parte della stessa famiglia, anche se la gestione dei brand è molto diversa. Questo permette ad Honor di attingere a piene mani al bagaglio tecnologico dell'azienda cinese, sempre più ricco di soluzioni che permettono di distinguere questi device dalla massa. Distinzione che si nota meno se si osserva il look del terminale, che riprende molto di quanto visto nei precedenti device della gamma Honor ma anche in Huawei P9. La prima cosa a spiccare è la doppia fotocamera posteriore, di cui parleremo in modo più approfondito nel prossimo capitolo. Troviamo poi dei bordi laterali che sembrano molto simili a quelli dell'attuale top di gamma Huawei, che partono tagliati diventando poi leggermente più tondeggianti. Una novità è rappresentata da un tasto in più sul bordo destro, probabilmente personalizzabile nelle funzioni. Le similitudini non sono finite. Anche il vetro frontale sembra leggermente curvo ai lati, o 2.5D come si usa dire oggi, mentre sul retro la scocca è tagliata nella parte alta da un inserto in cui è installato l'intero comparto fotografico. Vedremo se anche qui i materiali replicano quelli visti nel P9, vetro e ceramica, ma la somiglianza è evidente. Come da prassi, visto che ormai anche i device di fascia bassa della casa cinese possiedono questa caratteristica, tutta la scocca è realizzata in metallo, con dei piccoli inserti in plastica per permettere una migliore ricezione del segnale. Le dimensioni sono di 157x77.6 mm, con un peso di 170 grammi e uno spessore di 7.75 mm. Il risultato finale piacerà certamente ai fan degli smartphone Honor e Huawei, confermando ancora una volta le vette raggiunte dall'azienda, anche se una maggiore distinzione rispetto al P9 avrebbe dato al tutto maggiore personalità.

Torna la doppia fotocamera

Trattandosi del top di gamma Honor, le specifiche sono di tutto rispetto e mostrano un device con pochi punti deboli, a partire dal processore. Anche se in molti si aspettavano la presenza dello stesso SoC del P9, il Kirin 955, Honor ha preferito montare il precedente Kirin 950, un Quad Core formato da 4 Core Cortex A72 a 2.3 GHz e quattro A54 a 1.8 GHz, con una GPU Mali T880MP4. La scelta appare sensata, in primo luogo perché permette di abbassare i costi produttivi, in secondo luogo perché consente al P9 di mantenere lo scettro di smartphone più potente dell'ecosistema Hawei/Honor, senza penalizzare il V8 sul fronte delle prestazioni. Il Kirin 950 è ancora oggi un ottimo processore, lo stesso montato sul Mate 8, e non darà problemi durante l'uso, garantendo performance di tutto rispetto.
Come spesso accade con i telefoni dei due brand asiatici, anche il V8 arriverà in due versioni, ma questa volta la differenza non è data dall'accoppiata RAM/Memoria interna, ma dallo schermo e dalla capacità di archiviazione. La RAM rimane infatti identica per entrambe le varianti, con 4 GB a disposizione di Android, mentre la memoria interna è di 32 GB nel modello con schermo da 5.7" Full HD e di 64 GB in quello con lo schermo QHD, sempre della stessa dimensione. La risoluzione QHD sembra la scelta perfetta vista la dimensione generosa di questo display, che potrà così sfruttare al massimo l'alto numero di pixel presenti (515 PPI), anche se la variante Full HD rimane comunque ottima, e permetterà anche consumi inferiori. La memoria è espandibile in entrambe le versioni tramite Micro SD.

Passando al comparto fotografico, questo presenta due sensori posteriori e una tecnologia molto simile a quella del P9, anche se manca la certificazione di Leica. Troviamo due sensori da 12 Megapixel, di cui uno monocromatico, con pixel grandi 1,76 micron, flash dual tone, autofocus laser, Phase Detection Auto Focus e apertura f/2.2. Vedremo come si comporterà sul campo, ma la speranza è che le prestazioni non si discostino molto da quelle del P9, che ha ben figurato. La cam frontale è invece da 8 Megapixel, con apertura f/2.4. Ottime notizie arrivano dalla batteria, che potrà contare su ben 3500 mAh, un quantitativo elevato, che potrebbe garantire una lunga autonomia al terminale. Completa anche la connettività, che comprende Wi-Fi b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, NFC e GPS, mentre una porta USB Type C è collocata nel bordo inferiore, permettendo trasferimenti di dati veloci e la ricarica rapida. Troviamo poi un lettore di impronte digitali, che dovrebbe adottare la stessa, rapidissima, tecnologia presente nel P9, e una porta a infrarossi, con cui pilotare diversi dispositivi che sfruttano questo standard.

Huawei Honor V8 Il nuovo Honor V8 arriverà in Cina dal 17 maggio, con prezzi non molto differenti tra le due versioni. Quella con schermo Full HD e 32 GB di storage costa infatti circa 385$, mentre quella con pannello QHD e 64 GB di ROM arriva a circa 430$. Cifre molto allettanti per le specifiche del V8, che non competerà con il P9, viste le dimensioni differenti, ma diventa certamente interessante per chi è in cerca di un telefono di dimensioni generose a un prezzo equilibrato. Vedremo come cambieranno le cifre con l’arrivo in Europa, anche se Honor ci ha sempre abituati a prezzi non troppo alti, e in generale in linea con le specifiche dei suoi device. Specifiche che vedono la presenza della doppia fotocamera posteriore, che vorremmo mettere a confronto con quella del P9, anche per capire quanto la certificazione Leica influisca sulle prestazioni. Per questo però dovremmo attendere l’arrivo del terminale nel vecchio continente, che avverrà certamente, come per gli altri dispositivi targati Honor.