Anteprima Intel Compute Stick

Intel Computer Stick va ad inserirsi in un settore in rapida crescita, quello dei PC in miniatura, portando in dote tutto il know-how di Intel nel settore delle CPU.

anteprima Intel Compute Stick
Articolo a cura di

Negli ultimi mesi abbiamo incontrato diversi mini PC, dei dispositivi pensati per essere trasportabili ma allo stesso potenti abbastanza da fornire la miglior esperienza d’uso possibile. Molti sono dotati di Android, altri di Windows, mentre le specifiche tecniche variano molto in base al modello scelto. Il prodotto oggetto di questa anteprima però si differenzia dagli altri perché del suo sviluppo si è curata direttamente Intel, cosa che la dice lunga sulle prospettive future di questi dispositivi. Essenzialmente, si tratta di una chiavetta USB che racchiude al suo interno un vero e proprio PC con installato Windows 8.1 with Bing, la versione economica del sistema operativo Microsoft, oppure Linux. Dispositivi di questo tipo trovano la loro utilità nei campi più disparati, come server casalinghi, riproduttori multimediali e tanto altro, tanto che la loro presenza sul mercato è cresciuta molto ultimamente. Resta il fatto che una proposta fatta direttamente da Intel ha sancito la definitiva consacrazione di questi pennini, che si prevede saranno sempre più diffusi nel prossimo futuro.

Caratteristiche tecniche

Trattandosi di un PC racchiuso in una chiavetta, Intel non ha potuto spingere più di tanto sulle specifiche, che appaiono comunque adeguate per far girare il sistema operativo e per svolgere tutte le funzioni a cui sono solitamente deputati questi dispositivi. All’interno troviamo infatti un processore Intel Bay Trail Z3735F a 64 bit, basato su 4 core con frequenza base di 1.33 Ghz, che possono arrivare fino a 1.83. L’SDP (Scenario Design Power) dichiarato da Intel per questa variante è di 2.2 W, mentre la GPU è una Intel HD Graphics, con frequenza base di 311 Mhz, che a seconda delle necessità può raggiungere i 646 MHz. La memoria RAM installata è di 2 Gb, mentre per l’archiviazione troviamo 32 Gb eMMC, espandibile tramite slot Micro SD. La connessione con un monitor/TV avviene tramite una porta HDMI 1.4a standard; presente anche una porta Micro USB per l’alimentazione e una USB 2.0 per il trasferimento dei dati. Non manca ovviamente il supporto al Wi-Fi b/g/n e quello al Bluetooth 4.0.

La mancanza di una connessione Wi-Fi più performante potrebbe farsi sentire, soprattutto in ambiti specifici, come lo streaming dei giochi, cosa che potrebbe limitare i possibili utilizzi di questa Intel Computer Stick. Il prezzo per questa variante è di 149$, con la disponibilità a partire da marzo. Il fatto di trovarci di fronte alla versione “with Bing” del sistema operativo Microsoft non deve far pensare a limitazioni eccessive. Nella pratica, una volta avviata la chiavetta, il motore di ricerca di default sarà Bing, ma gli utenti sono liberi di modificarlo a piacimento.
Per quanto riguarda il modello con installato Linux, le specifiche tecniche sono state riviste al ribasso, consentendo però di far arrivare il prezzo a 89 $. Le differenze riguardano la memoria RAM, che scende a 1 Gb, e quella interna, che arriva a soli 8 Gb.

Intel Compute Stick Intel Computer Stick va ad inserirsi in un settore in rapida crescita, che vede la presenza di soluzioni e di brand di ogni tipo. Il fatto che sia stata Intel a curare lo sviluppo del prodotto è certamente una garanzia di qualità, peccato che sul mercato ci siano davvero molti dispositivi simili, molti provenienti dalla Cina e dal costo contenuto, che non hanno intenzione di lasciare campo aperto a Intel. Ovviamente non si tratta di un prodotto di punta per l’azienda americana, ma certamente è una buona testimonianza del fatto che il settore è in forte crescita e interessa molto anche ai grandi nomi della tecnologia.