Anteprima iPad Pro da 9.7": il vero erede di iPad Air 2?

Il nuovo tablet di casa Apple è un dispositivo che unisce il meglio della linea Pro con la portabilità della gamma Air, il tutto condito da un hardware prestante e dalla possibilità di utilizzare Apple Pencil.

anteprima iPad Pro da 9.7': il vero erede di iPad Air 2?
Articolo a cura di

iPad Air 2 è un dispositivo che ha raccolto consensi sia dalla critica che dal pubblico, grazie a specifiche tecniche che gli permettono di essere competitivo ancora oggi. In molti potrebbero pensare che il nuovo modello Pro da 9.7" sia il suo naturale sostituto, ma in realtà potrebbe non essere così. Ci sono almeno due elementi che lasciano intendere come iPad Pro, nella sua variante più piccola, sia qualcosa di diverso. Innanzitutto, Air 2 è ancora in vendita e rappresenta un'alternativa interessante, visto il prezzo. L'altro fattore che lascia credere che il nuovo modello Pro non sia indirizzato allo stesso pubblico di Air 2, o non solo, è proprio il prezzo. Facendo un rapido confronto, quando fu lanciato iPad Air 2 costava 599€ nella versione da 64 GB (719€ per quella LTE), e 699€ per quella da 128 GB (819€ per quella LTE), escludendo la variante da 16 GB, non presente nel nuovo modello. iPad Pro da 9.7" parte da 689€ per la versione da 32 GB (839€ per l'LTE), salendo poi a 869€ con 128 GB (1019€ LTE) per finire a 1049€ per il top di gamma da 256 GB (1199€ LTE). Il taglio della variante intermedia da 64 GB avrà il suo peso nelle vendite, nel frattempo non possiamo che pensare che iPad Pro da 9.7" non sia l'erede di Air 2, quanto un completamento della linea Pro, indirizzato più a un utilizzo in ambito lavorativo piuttosto che ricreativo, grazie anche alla presenza delle stesse peculiarità che contraddistinguono il fratello maggiore.

Design

Apple non ha portato grandi cambiamenti al design dei suoi tablet dopo Air 2. Il modello Pro da 12.9" mantiene le stesse linee, ancora molto attuali, del suo predecessore, e anche nella variante da 9.7" non ci sono cambiamenti. Il frontale rimane identico, e forse qualcosina poteva anche essere rivista, se non altro per limitare le cornici laterali, mentre la parte posteriore utilizza lo stesso stile visto negli ultimi modelli, che non sembra sentire il peso del tempo. Già dal primo colpo d'occhio si possono osservare le novità pensate da Apple, che differenziano il nuovo Pro da Air 2, ovvero la presenza di quattro altoparlanti e del connettore Smart Connector. I quattro altoparlanti hanno impressionato sulla variante più grande, sia per qualità che per potenza, senza dimenticare la loro capacità di adattarsi all'orientamento del display. Il connettore invece è utilizzato per collegare nuovi accessori, tra cui una Smart Keyboard che riprende in tutto e per tutto quella della variante più grande, con l'utilizzo del poliuretano per ricoprire la parte esterna. Altra peculiarità di questa tastiera è che non c'è alcuno spazio aperto fra un tasto e l'altro, per cui polvere e liquidi scivolano sulla sua superficie.

Ma il vero vantaggio di questo iPad Pro sono le sue dimensioni, che consentono un utilizzo più comodo in mobilità rispetto al gigantesco fratello maggiore. Il dispositivo è alto 240 mm, largo 169.5 mm e spesso solo 6.1 mm, con un peso di 437 g per la variante Wi-Fi e 444 g per quella Wi-Fi + Cellular. Se pensiamo al modello da 12.9", le misure salgono a 305,7 mm di altezza, 220,6 mm di larghezza e 6.9 mm di spessore, con un peso di 713 g senza modulo LTE e 723 g per quello che lo include. Tutto un altro mondo insomma, visto che ora sarà possibile utilizzare iPad Pro in modo molto più pratico, con cui sfruttare al massimo le app, Pencil e tutta la potenza hardware a disposizione.

Caratteristiche tecniche

Il nuovo iPad Pro da 9.7" possiede specifiche tecniche di alto livello, anche se un paio di elementi, in particolare uno, hanno fatto storcere il naso agli appassionati. Parliamo della RAM installata all'interno del dispositivo, che ammonta a 2 GB, gli stessi di Air 2 e la metà rispetto alla variante Pro da 12.9". La scelta può apparire poco lungimirante, ma va detto che iOS è un sistema operativo ottimizzato in maniera certosina, visti i pochi dispositivi presenti nel listino Apple, per cui le prestazioni future dipenderanno dall'ottimizzazione dell'OS e dal supporto dato dagli sviluppatori. Il secondo elemento ad aver destato qualche preoccupazione è il processore, un Apple A9X leggermente downcloccato rispetto al chip utilizzato sul fratello maggiore. Questo secondo aspetto, in realtà, non porterà praticamente nessuna differenza all'atto pratico, considerata anche la risoluzione inferiore del pannello scelto per la nuova variante. Rimanendo ancora un attimo sulla CPU, ricordiamo che questa è la soluzione più potente attualmente disponibile sui dispositivi della mela. All'interno è formata da due Core a 64 bit con frequenza di 2.15 GHz, contro i 2.25 del modello più grande, mentre la GPU è una PowerVR 7 con 12 Core, il tutto prodotto a 16 nm. Lo schermo sfrutta un pannello da 9.7" con risoluzione 2048x1536 (264 PPI) e utilizza un refresh rate variabile, in grado di diminuire quando necessario, ad esempio durante la visualizzazione di un'immagine statica, abbassando così il consumo della batteria. Secondo Apple, si tratta del display con la più ampia gamma cromatica attualmente disponibile nel catalogo della mela, e offre anche una novità esclusiva, la tecnologia True Tone: grazie a quattro sensori che monitorano l'ambiente circostante, colore e luminosità vengono regolati per adattarsi ad esso, per un effetto che dovrebbe rendere l'utilizzo più naturale, "come su un foglio di carta". Altro elemento che distingue il Pro da 9.7" è il comparto fotografico, mai stato così curato su tablet della mela, che presenta le stesse specifiche viste su iPhone 6s.

Troviamo infatti un sensore principale iSight da 12 Megapixel con Flash True Tone, Autofocus con Focus Pixels, HDR e apertura F/2.2, con il sensore rivestito in vetro zaffiro. Questa cam è in grado di girare video in 4K a 30 fps, in 1080p a 30/60 fps o slow motion a 120 fps in 1080p e 240 fps in 720p. Molto interessante anche il lavoro sulla camera frontale, visto che troviamo un sensore da 5 Megapixel, un bel miglioramento rispetto alla variante più grande. Completa la connettività, che include il Wi-Fi b/g/n/ac MIMO e GPS+GLONASS su tutti i modelli, mentre le varianti LTE possono contare su un download fino a 300 Mbps, contro i 150 Mbps del 12.9". Anche se non interessa l'Italia, il dispositivo è dotato di Apple SIM, sfruttabile però solo negli Stati Uniti, in Germania e nel Regno Unito. I sensori comprendono il Touch ID per il rilevamento delle impronte digitali, giroscopio a 3 assi, accelerometro, barometro e sensore di luce ambientale. Scarne le informazioni sulla batteria, mentre i tagli di memoria disponibili, come anticipato, sono quelli da 32, 128 e 256 GB. Ricordiamo inoltre la piena compatibilità con Pencil, il pennino di Apple visto già nel modello più grande, che ha destato ottime impressioni durante l'uso, merito delle 240 scansioni al secondo catturate dal display di iPad Pro.

iPad Pro Il nuovo iPad Pro da 9.7 è un dispositivo che non sembra essere il successore di iPad Air 2, quanto più una variante intermedia tra il mastodontico Pro da 12.9” e il vecchio modello. Se il tablet più grande è indirizzato principalmente ai professionisti e Air 2 è focalizzato sulle attività ricreative, pur non disdegnando un utilizzo lavorativo, questo Pro da 9.7” si piazza nel mezzo, riuscendo così ad unire la portabilità di un tablet tradizionale alle possibilità offerte da Apple Pencil. Non è una cosa poco, e probabilmente a soffrirne di più sarà la variante con schermo più grande, che verrà presa in considerazione ora da un numero minore di utenti. A prescindere dalle specifiche tecniche, questo nuovo iPad Pro sembra essersi posizionato bene sul mercato, unendo il meglio delle linee Air e Pro in un solo dispositivo, anche se il prezzo non è certo per tutti.