iPhone 7: le novità più importanti

Di iPhone 7 si è già detto molto e si conoscono ormai tutti i suoi punti forti, cerchiamo quindi di riassumere gli elementi più importanti introdotti.

anteprima iPhone 7: le novità più importanti
Articolo a cura di

iPhone 7 ed iPhone 7 Plus ormai li conosciamo sotto tutti i punti di vista, non tanto grazie al keynote di Apple tenuto mercoledì scorso, che è comunque stato importante per conoscere a fondo le novità introdotte dal colosso di Cupertino nella nuova generazione di smartphone, ma quanto grazie agli hands on e le numerose notizie che sono emerse in rete nei giorni successivi alla presentazione. La quantità di informazioni è stata, come prevedibile quando siamo di fronte ad una nuova generazione di iPhone, elevata, dal momento che gli ingegneri di Cupertino sono andati a toccare tutti gli aspetti dello smartphone.

Le principali novità

Partiamo dal design, che include tre novità molto importanti. Se le linee sono rimaste pressoché identiche alla precedente generazione, non si può dire lo stesso per le colorazioni: alle classiche se ne aggiungono due (nero opaco e Jet Black). Jet Black che probabilmente sarà la più richiesta dagli utenti, ed include una scocca in nero lucido ottenuta grazie ad un lungo processo di lavorazione dell'alluminio. Parlando di estetica, non si può non citare la resistenza all'acqua ed alla polvere, ma anche la rimozione del jack da 3,5mm per le cuffie. Chiude il capitolo estetico il nuovo tasto Home: si parlava di un pensionamento dell'unico pulsante fisico presente sullo smartphone, e così è stato (anche se in parte). Il pulsante infatti resta comunque sulla scocca frontale: include comunque il sensore Touch ID, ma non è più "fisico", e sfrutta il Taptic Engine per fornire un feedback simile a quello ottenuto dalla pressione. Questa novità sarà particolarmente utile per gli sviluppatori, che grazie alle nuove API potranno integrare il tasto nelle proprie applicazioni in maniere diverse.
L'altro capitolo che merita una menzione è quello fotografico. Apple ha da sempre puntato su questo aspetto nei propri cellulari, del resto le fotocamere degli smartphone sono le più utilizzate al mondo. Ecco perchè, anche con iPhone 7 e soprattutto iPhone 7 Plus, ha potenziato questo comparto, che su entrambi gli smartphone è dotato di un sensore da 12 megapixel con stabilizzazione ottica dell'immagine, Flash True Tone Quad-LED e apertura f/1.8, mentre quello frontale è da 7 megapixel. Discorso diverso per il modello Plus, in cui le lenti si raddoppiano e diventano due, sempre da 12 megapixel, con grandangolo e teleobiettivo ed una sezione zoom in grado di fornire zoom ottico 2x e digitale fino a 10x.
Modifiche anche per il display, che resta comunque delle stesse dimensioni (4,7 pollici nel caso di iPhone 7 e 5,5 pollici per iPhone 7 Plus) ma con una gamma cromatica più ampia ed una luminosità superiore del 25%, oltre ovviamente all'integrazione del 3D Touch, diventato sempre più centrale nell'ecosistema Apple.
iPhone 7 ed iPhone 7 Plus, sono alimentati dal nuovo processore A10 Fusion, che lavorerà nel caso del Plus con 3 gigabyte di RAM ed in entrambi i modelli in collaborazione con il coprocessore M10, per fornire prestazioni fino a due volte superiori all'iPhone 6 ed un'autonomia della batteria migliorata, un aspetto che sicuramente farà piacere a tutti gli utenti che avevano richiesto a gran voce un miglioramento sotto questo punto di vista.

Ultimo, ma non per importanza, è il comparto audio: iPhone 7 segna il pensionamento del jack per le cuffie da 3,5 millimetri. Apple, ancora una volta, prende una decisione coraggiosa andando ad eliminare un ingresso ancora molto utilizzato. Sarà infatti il connettore Lightning a gestire il tutto, con le nuove cuffie EarPods dotate di questo nuovo ingresso. In alternativa, gli utenti troveranno nei negozi anche le nuove AirPods senza fili. Infine, sempre a proposito di audio, iPhone 7 include un sistema audio stereo, che quando messo in orizzontale è in grado di sfruttare due canali grazie all'altoparlante posto sulla parte superiore dei dispositivo, che si attiverà di default ruotando lo smartphone. Come abbiamo potuto vedere attraverso questo breve excursus, Apple ha toccato praticamente tutti gli aspetti del cellulare, andandoli a migliorare rispetto al passato. Non si parla di rivoluzione, quindi, ma di un importante upgrade.