Anteprima iPhone SE: caratteristiche complete e prezzo

Il nuovo iPhone SE riporta in vita gli smartphone di dimensioni contenute, puntando su un display da 4" ma mantenendo l'hardware dei modelli superiori, il tutto a un prezzo che parte da 509€.

anteprima iPhone SE: caratteristiche complete e prezzo
Articolo a cura di

Un iPhone da 4" era atteso da tanti fan della mela, delusi dalle dimensioni "eccessive" degli ultimi modelli. Del resto, anche nel variegato ecosistema Android è ancora presente un pubblico piuttosto compatto che preferisce soluzioni più trasportabili e soprattutto maneggevoli. Nonostante la presenza di decine di modelli nel mondo del robottino verde, quelli di fascia alta con display al di sotto di 4.7" sono pochissimi, mentre scendendo alle stesse dimensioni del nuovo iPhone SE non troviamo praticamente nulla. In una sola mossa quindi, Apple ha fatto felice il suo pubblico di vecchia data e ha riaperto un segmento di mercato che sembrava chiuso per sempre, quello dei top di gamma da 4". Una mossa che potrebbe portare nuova linfa alle vendite, ma anche spingere la concorrenza a riproporre prodotti con questo formato, anche solo per non lasciare la strada spianata all'azienda della mela. Come andrà a finire è difficile capirlo, ma resta il fatto che la scelta di Apple di puntare su un hardware performante ha, di fatto, completato una linea di prodotti che ha già fatto segnare numeri da record, e che con questo iPhone SE troverà ora tanti nuovi, o vecchi, estimatori.

Design

Quando si è aperto il sipario sul nuovo iPhone, in molti sono rimasti stupiti dal design. I render che circolavano online mostravano un dispositivo ibrido tra la quinta e la sesta incarnazione del melafonino, mentre sul palco del keynote è arrivato un terminale molto più simile ad iPhone 5 piuttosto che al 6. La scelta potrebbe avere delle conseguenze anche sul design del futuro iPhone 7, con un ritorno a linee più tagliate, che favoriscono la presa, al contrario di quelle tondeggianti degli attuali modelli. Chi ha amato il design di iPhone 4, ancora oggi tra le massime espressioni dello stile Apple, e iPhone 5 non rimarrà deluso, mentre la qualità costruttiva sembra di ottimo livello. Dai fori per gli altoparlanti ai bordi smussati tutto sembra curato a dovere, e la fotocamera senza la sporgenza dell'obbiettivo dona un look ancora più azzeccato. Per quanto riguarda i materiali, Apple ha utilizzato l'alluminio per il suo ultimo modello, ma nelle specifiche non si fa menzione dall'impiego dell'alluminio Serie 7000, quello degli iPhone 6s, motivo per cui è più probabile la presenza di una lega metallica tradizionale, anche per contenere il prezzo. A prescindere dal materiale utilizzato, ciò che rende questo iPhone SE unico sono le dimensioni, di 123,8 mm x 58.6 mm, con uno spessore di 7.6 mm e un peso di 113 g. Queste rendono il nuovo iPhone perfettamente utilizzabile con una mano, nonché uno dei pochi dispositivi con questa caratteristica oggi sul mercato a disporre di un hardware di alto livello.

Caratteristiche tecniche e prezzo

Prima della presentazione ufficiale non era chiara la strada che Apple intendeva prendere. Le opzioni erano due: puntare sul contenimento dei costi e utilizzare un hardware inferiore rispetto ad iPhone 6s o oppure realizzarne una sua variante più piccola, rivista però nel design. Fortunatamente, Apple ha scelto la seconda via ed ha dotato iPhone SE di una CPU Apple A9, coadiuvata dal co-processore di movimento M9. Al suo interno troviamo due Core a 64 bit, più potenti del 70% per la CPU e del 90% per la GPU rispetto all'ottava incarnazione di processori Apple. Questo colloca la nuova variante alla pari dei modelli più grandi, del resto sul palco del keynote è stato detto chiaramente che le prestazioni saranno le stesse di iPhone 6s. Queste parole, unite ai primi benchmark usciti in rete, lasciano intendere che la RAM a bordo del nuovo terminale sia pari a 2 GB, un quantitativo che donerebbe una longevità di tutto rispetto al nuovo prodotto. Aspettiamo tuttavia conferme ufficiali su questo aspetto, ma siamo fiduciosi. Il display Retina offre una risoluzione di 1136x640 pixel, con una definizione di 326 PPI, un contrasto di 800:1 e una luminosità di 500 cd/m2. Il vetro è ricoperto di un rivestimento oleorepellente, in modo da lasciare il minor numero possibile di ditate.
Molto curato è il comparto fotografico, che ricalca quello dei modelli superiori. A bordo troviamo una fotocamera iSight da 12 megapixel con pixel da 1,22µ, Flash True Tone e apertura f/2.2. Questa è in grado di scattare foto in HDR e panorami fino a 63 Megapixel e supporta ovviamente le Live Photos. Per quanto riguarda i video, è supportata la registrazione in 4K a 30 fps, quella in 1080p a 30 o 60 fps e la moviola in 1080p a 120 fps e in 720p a 240 fps. Ricordiamo inoltre che tramite il software è possibile scattare una foto da 8 Megapixel mentre si sta girando un video. Il sensore frontale è invece da 1.2 Megapixel e supporta il Retina Flash, una funzione che sfrutta lo schermo per dare più luce durante gli autoscatti. La connettività comprende il supporto all'LTE fino a 150 mbps in download, Wi-Fi /b/g/n/ac, Bluetooth 4.2 e NFC. Quest'ultimo, nei paesi dove è disponibile, permetterà di sfruttare il sistema di pagamento Apple Pay, grazie al Touch ID che rileva le impronte digitali. Mancano purtroppo dati precisi sulla batteria, mentre i sensori installati comprendono giroscopio a 3 assi, accelerometro, sensore di prossimità e di luce ambientale.
iPhone SE sarà ordinabile dal 29 marzo in Italia in quattro colori, argento, oro, grigio siderale e oro rosa, con un prezzo a partire da 509€ per il modello da 16 GB e 609€ per quello da 64 GB.

iPhone SE Il nuovo iPhone SE va ad insinuarsi in una fascia di mercato praticamente inesplorata, quella dei top di gamma di dimensioni contenute. La concorrenza è assente, visto che Sony con la gamma Compact su Android offre dimensioni superiori del display, e già solo questo fattore potrebbe portare al successo il dispositivo. Se poi si considera un prezzo di accesso elevato ma comunque più basso della linea 6s, potremmo essere di fronte a un prodotto con un futuro roseo. Tutto dipenderà dall’attuale bacino di utenza che uno smartphone di questo tipo potrà avere. Quanti sono disposti, oggi, a scendere tanto nelle dimensioni dello schermo? Difficile a dirsi, anche perché in assenza di alternative valide l’utenza si è abituata a portare con sé dispositivi più grandi. Ad ogni modo, la scelta di Apple di puntare su uno smartphone da 4” potrebbe essere seguita anche da altri produttori, riportando così in vita un segmento di mercato dato per spacciato troppo presto.