Anteprima Lenovo Zuk Z2 è ufficiale: piccolo, potente e a prezzo stracciato

Zuk presenta uno smartphone dotato di processore Snapdragon 820 al prezzo di circa 245€ in Cina, realizzando il device più economico a poter contare sulla CPU top di gamma di Qualcomm.

anteprima Lenovo Zuk Z2 è ufficiale: piccolo, potente e a prezzo stracciato
Articolo a cura di

Lenovo ha tolto i veli al nuovo Zuk Z2, uno smartphone che ha attirato le attenzioni dell'utenza di tutto il mondo già da diversi mesi. Il motivo va ricercato in un comparto hardware da primi della classe, almeno in quanto a potenza computazionale, il tutto unito a un prezzo d'acquisto molto allettante. Ottime specifiche e un prezzo basso sono argomenti molto validi con cui presentare uno smartphone, soprattutto in Cina, dove lo Zuk Z2 potrebbe diventare un vero e proprio best seller. Purtroppo, i primi riscontri arrivati dal produttore asiatico confermano la commercializzazione esclusiva sul territorio cinese, per cui gli acquirenti occidentali dovranno affidarsi all'importazione per avere il terminale, un vero peccato, perché Zuk sembra aver realizzato un dispositivo molto appetibile, anche per gli utenti più esperti, che desiderano personalizzare il proprio device con ROM alternative. Prima di partire con l'analisi dello smartphone, ricordiamo che il prezzo di vendita in Cina è di 1799 Yuan, circa 245 Euro, con preordini a partire da oggi e disponibilità prevista per il 7 giugno.

Poca apparenza e tanta sostanza

Il nuovo Zuk Z2 non da importanza all'aspetto estetico. Le linee sono molto semplici e squadrate, lontane dalla tracotanza estetica del top di gamma di oggi, che puntano molto sul look per incrementare le vendite. La scocca laterale è in alluminio, difficile invece capire il materiale usato per la backcover, ma visto il prezzo non ci aspettiamo vetro o altro metallo. I colori disponibili saranno due, il nero e il bianco, anche qui quindi è il minimalismo a regnare sovrano. Le dimensioni sono di 141.65x68.88 millimetri, con uno spessore di 8.45 millimetri e un peso di 149 g. Dalle immagini si possono notare il tasto Home di Android, ai cui lati sono collocati due pulsanti a sfioramento, mentre nel bordo basso sono installati il connettore USB Type C, l'altoparlante di sistema e il jack per le cuffie.
Niente di eccezionale, ma è all'interno che si celano le migliori sorprese. Zuk ha infatti scelto lo Snapdragon 820 come processore, lo stesso installato sui migliori smartphone del momento. Ritroviamo quindi i 4 Core a 64 bit a 2.15 GHz e la GPU Adreno 530, che offre pieno supporto alle API Vulkan e prestazioni al vertice della categoria. Ma le sorprese non finiscono qui, perché anche le memorie sono da top di gamma. Sono disponibili 4 GB di RAM e 64 GB per lo stoccaggio dei dati, anche se non abbiamo riscontri sulla presenza dello slot Micro SD.

Interessante la scelta del display: in un settore che punta molto su display di grandi dimensioni, Zuk ha preferito dotare il suo Z2 di un pannello da 5" con risoluzione Full HD, luminosità di 400 nit e una definizione di 441 PPI. Questo permette una portabilità e un comfort di utilizzo di alto livello, inoltre la densità di pixel elevata dovrebbe donare immagini di alta qualità. La fotocamera principale è realizzata da Samsung, che ha fornito un sensore ISOCELL da 13 Megapixel con apertura f/2.2, flash led e Phase Detection Auto Focus, mentre quella secondaria è da 8 Megapixel con apertura f/2.0. Non manca nemmeno il sensore di impronte digitali, collocato sotto al tasto Home nella parte frontale del terminale. Lo smartphone offre una connettività completa grazie alla presenza del SoC Snapdragon 820, che mette a disposizione Wi-Fi ac, Bluetooth 4.1, GPS e il supporto al Dual SIM. Zuk avrebbe potuto finire qui con le componenti di alto livello, ma ha pensato anche alla batteria, inserendone una da ben 3.500 mAh, che dovrebbe garantire un'elevata autonomia, grazie anche allo standard Quick Charge 3.0 per la ricarica. Particolare la scelta del sistema operativo. Di default lo Zuk Z2 adotta Android 6.0 Marshmallow personalizzato con l'interfaccia ZUI 2.0, ma il produttore cinese ha annunciato in sede di presentazione che si potranno utilizzare anche altre ROM, come Cyanogen, Remix OS, Flyme o ColorOS. Un plus gradito, che darà ai futuri acquirenti ampia possibilità di scelta.

Lenovo Zuk Z2 Il nuovo Zuk Z2 è un terminale senza fronzoli ma dotato di un comparto hardware che farebbe gola anche agli utenti europei. Vero che l’estetica non é particolarmente curata, ma si tratta di un difetto trascurabile viste le specifiche tecniche e il prezzo d’acquisto molto contenuto. Di fatto, Zuk ha creato lo smartphone con SoC Snapdragon 820 più economico sul mercato, superando brand che hanno fatto del rapporto qualità-prezzo la loro migliore caratteristica, come Xiaomi o Meizu. Un compito portato a termine alla perfezione, che ha permesso di confezione un device che, almeno sulla carta, si preannuncia come una valida alternativa ai top di gamma, sempre che l’aspetto estetico non sia di primaria importanza.