Anteprima LG G5: tante novità per il prossimo top di gamma

LG G5 sarà annunciato ufficialmente nel corso del primo trimestre 2016 e porterà in dote tante novità, dal SoC Snapdragon 820 al doppio display, anche se le sorprese potrebbero non finire qui.

anteprima LG G5: tante novità per il prossimo top di gamma
Articolo a cura di

Nel 2015 LG è riuscita a lanciare sul mercato due nuovi smartphone top di gamma ed entrambi hanno ricevuto recensioni molto positive da stampa e pubblico. LG G4, presentato a maggio, è ancor oggi uno dei migliori terminali presenti sul mercato e fa del comparto fotografico e del meraviglioso display IPS Quantum da 5.5 pollici i suoi punti di forza. Presenti, come in ogni prodotto LG da 3 anni a questa parte, dei dettagli innovativi ed esclusivi che differenziano questo brand dal resto della concorrenza: il retro in pelle e la leggera curvatura della scocca rendono il G4 molto comodo da usare nonostante le generose dimensioni, e molto apprezzata è anche la possibilità di rimuovere e cambiare batteria e cover, cosa impensabile sui molti terminali di fascia alta degli ultimi 2 anni. Quasi a sorpresa, qualche mese dopo l'annuncio del G4, LG ha ufficializzato e reso disponibile il V10, un vero e proprio concentrato di potenza (chip Qualcomm Snapdragon 808, 4 GB di memoria RAM) con novità legate al telaio in metallo e silicone, al sensore per le impronte digitali posto tra i tasti posteriori, alla doppia fotocamera anteriore e, soprattutto, al doppio display. Insomma, un terminale potente e innovativo, che consente ad LG e ai suoi utenti di sperimentare nuove feature e nuove tecnologie da ottimizzare e adottare in futuro. Un futuro che prende il nome di LG G5, smartphone attesissimo e di cui i rumor in rete stanno già parlando da un bel po'. A differenza dei top di gamma della concorrenza, su LG G5 sono diverse le indiscrezioni provenienti da fonti attendibili. A quanto pare il nuovo terminale del colosso coreano sarà una sorta di incrocio tra LG G4 e LG V10, senza che manchi all'appello una nuova tecnologia in grado di ampliare potenzialità e diminuire il tempo di obsolescenza del telefono.

Specifiche tecniche

LG è l'unica azienda top del mercato mobile a non aver ancora presentato uno smartphone di prima fascia completamente in metallo (l'LG Zero è un mid-range). L'LG V10, che presenta un design più "premium" rispetto al G4, rappresenta un anello di connessione tra ciò che c'è stato e ciò che sarà, con l'alluminio presente solo su angoli e bordi. Per questo motivo è lecito attendersi con il G5 la definitiva conversione ad uno chassis completamente in metallo, con i pro e i contro che ne deriveranno. Avremo tra le mani un terminale più leggero e compatto in quanto a spessore, ma dovremo rinunciare, quasi sicuramente, a batteria e cover posteriore removibile. Si spera che almeno l'estensione della memoria via microSD sia possibile. Inamovibili i tasti volume e accensione posti sulla parte posteriore con l'integrazione del sensore per il riconoscimento delle impronte digitali.
Per quanto riguarda il display, sembra certa l'adozione di un'unità da 5.3 pollici con risoluzione 2560 x 1440 pixel, più piccolo quindi dell'attuale 5.5 pollici di LG G4, ma sovrastato da un display secondario da 160 x 1040 pixel, come nell'LG V10, in grado di arricchire l'esperienza utente con diverse funzionalità aggiuntive. Sotto al cofano, questa volta, LG non scenderà a compromessi. Certa l'adozione del Qualcomm Snapdragon 820 coadiuvato dalla GPU Adreno 530 e 3 o 4 GB di RAM. Per la memoria interna si parte sicuramente da 32GB, con la possibilità di una versione con capacità superiore qualora non fosse previsto alcuno slot per l'espansione. Doppio schermo, ma anche doppia fotocamera posteriore, visto che LG doterà il G5 di due sensori, uno da 16 megapixel e uno più piccolo per lo scatto di foto grandangolari con un'ampiezza fino a 135 gradi. Il comparto fotografico sarà completato da un doppio LED Flash, dal laser autofocus introdotto con il G3 e da una fotocamera anteriore da 8 megapixel con funzionalità avanzate per selfie e videochat.
Novità anche sul fronte alimentazione visto che LG dovrebbe montare sul G5 una batteria da "soli" 2800mAh, 200mAh in meno rispetto a quella del G4. A supportare tale criticabile scelta ci sarebbero due fattori, uno hardware e l'altro software. Quello hardware riguarderebbe il chip Snapdragon 820, che secondo quanto dichiarato da Qualcomm sarà in grado di ridurre notevolmente calore e consumi energetici rispetto ai precedenti SoC top di gamma dell'azienda. Quello software invece, è legato alla presenza, ovviamente nativa, di Android 6.0 Marshmallow (LG è stata la prima azienda a rilasciare l'update per i propri top di gamma) e della funzionalità integrata Doze, che permette di ottimizzare i consumi agendo sulle applicazioni in stand-by.

In base ai rumor appena elencati ci sarebbe già da essere soddisfatti: doppio display, doppia fotocamera, design premium, SoC all'avanguardia, software aggiornato e feature consolidate. Tuttavia LG potrebbe letteralmente stupire gli utenti e aprire il mercato ad una tecnologia di cui si è tanto parlato a partire dal 2014, grazie a Project Ara di Google. Secondo un'indiscrezione pubblicata dal noto cacciatore di leak tecnologici Evan Blass, conosciuto sui social come @evleaks, l'LG G5 avrà uno slot "magico", un connettore proprietario per future espansioni di cui non si sa la reale posizione fisica sul terminale, ma che consentirebbe di aumentare le potenzialità e le funzionalità del nuovo top di gamma con l'aggiunta di componenti hardware come lenti fotografiche specifiche (dedicate a riprese a 360° o action cam, ad esempio), piccole tastiere, moduli per la realtà virtuale, amplificatori audio e tanto altro. La classica ciliegina sulla torta che spingerebbe ulteriormente le vendite di questo nuovo prodotto.
LG G5 sarà annunciato ufficialmente nel corso del primo trimestre 2016, al massimo entro aprile, e se tutte queste premesse si verificassero avremo a che fare con uno dei sicuri protagonisti del nuovo anno tecnologico.