Anteprima Moto G4 e G4 Plus: caratteristiche tecniche e prezzi

Lenovo presenta i nuovi Moto G4 e Moto G4 Plus, due device di fascia media che puntanto tutto sul comparto fotografico, offrendo anche un ampio schermo Full HD e una batteria da 3000 mAh.

anteprima Moto G4 e G4 Plus: caratteristiche tecniche e prezzi
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il brand Motorola ha lasciato un profondo segno nella storia della telefonia, sia per le tecnologie legate ad essa sia per gli smartphone che si sono succeduti negli anni. I tempi però cambiano e con l'acquisizione da parte di Lenovo si è deciso per un abbandono dello storico nome. Lenovo però è stata furba a non mischiare le carte in tavola, cercando di dare continuità con il passato e puntando sul brand "Moto". Ecco perché i nuovi Moto G4 e Moto G4 Plus non utilizzeranno il nome della casa cinese, ma nemmeno quello della storica azienda di Chicago, arrivando sul mercato semplicemente con i loro nomi identificativi, anche se Motorola rimane il brand di riferimento per entrambi. I due smartphone si collocano nel segmento che da sempre contraddistingue questa linea di prodotti, quello medio, che proprio la linea G ha contribuito a rafforzare, grazie a modelli, soprattutto il primo della serie, da sempre creati con un occhio di riguardo al rapporto qualità/prezzo. In effetti, l'offerta proposta da Lenovo mira in questa direzione, grazie a due dispositivi che si differenziano principalmente per la fotocamera ma non solo, con un prezzo d'acquisto che parte da 249€.

Design

Il design di Moto G4 e della sua variante Plus è praticamente lo stesso, se si escludono i sensori aggiuntivi posti appena sopra la fotocamera del modello più avanzato. La scocca è in policarbonato mentre le forme ricordano molto le linee già viste in altri modelli Motorola dell'ultimo periodo. La backcover sarà disponibile in diversi colori, anche se in Italia arriveranno solamente i modelli bianco e nero. Negli Stati Uniti e in diversi paesi europei infatti i dispositivi si possono personalizzare attraverso il servizio Moto Maker, che permette di scegliere il colore della backcover e anche di incidere sulla stessa una frase o una parola di proprio gradimento. Altra differenza tra i due modelli riguarda il tasto Home, presente con un vero pulsante solo nel modello Plus, mentre in quello base i tasti sono tutti a sfioramento. Il motivo di questa differenziazione sta nella presenza del lettore di impronte digitali, disponibile solo nel modello più costoso. Entrambi i terminali vedono la presenza del bilanciere del volume e del tasto di accensione sul lato destro, con il jack per le cuffie nel bordo superiore e la fotocamera posteriore sporgente. Le dimensioni sono piuttosto generose e identiche per entrambi i prodotti, arrivando a 153 x 76,6 x 7,7-9,8 mm, per un peso di 155 grammi. Moto G4 e G4 Plus sono anche parzialmente resistenti all'acqua, anche se non possono essere immersi. In generale, le linee scelte puntano alla semplicità, senza troppi orpelli estetici, per un minimalismo che da sempre contraddistingue questa linea di prodotti.

Caratteristiche tecniche

Moto G4 e G4 Plus sono device di fascia media, per cui non sono dotati di caratteristiche troppo spinte, anche se Lenovo ha deciso di puntare in particolar modo su due componenti, la batteria e la fotocamera. A conti fatti, si tratta di due degli elementi più apprezzati dall'utenza, per cui la scelta potrebbe essere azzeccata. Prima di parlarne però diamo uno sguardo alle altre caratteristiche, che disegnano comunque due prodotti in grado di andare incontro alla maggior parte delle esigenze dei futuri acquirenti. Partiamo dal processore, un Qualcomm Snapdragon 617, un Octa Core Cortex A53 con frequenze fino a 1.5 GHz, dotato di una GPU Adreno 405. La memoria interna è disponibile per entrambe le versioni nei tagli da 16, 32 e 64 GB, espandibile tramite Micro SD, mentre la RAM varia in base al modello, e probabilmente anche all'area geografica di vendita: sono comunque previsti tagli da 2/3/4 GB per Moto G4 e da 2/4 per la variante Plus. Passando allo schermo, i nuovi arrivati puntano su dimensioni generose, con un display da 5.5" Full HD da 401 PPI, protetto da vetro Gorilla Glass 3.
Se in alcune componenti Lenovo ha deciso di utilizzare hardware di fascia media, nel comparto fotografico l'azienda cinese ha puntato decisamente più in alto, soprattutto per il modello Plus. Questo infatti presenta un sensore da 16 Megapixel con autofocus laser, PDAF e apertura f/2.0, oltre a un flash dual tone. Moto G4 monta invece una fotocamera da 13 Megapixel con il solo flash dual tone. In sede di presentazione , come spesso accade ultimamente, si è posta particolare enfasi sulla cam del modello Plus, collocata da DxOMark alla pari con il più costoso iPhone 6s Plus.

Da segnalare però che la registrazione video arriva solo fino ai 1080p a 30 fps per entrambe le varianti, mentre il sensore frontale è da 5 Megapixel. La batteria è un modello da 3000 mAh che garantisce almeno 24 ore di utilizzo; tramite il caricatore Turbo Power, purtroppo non incluso nella confezione, si possono caricare gli smartphone in modo rapido, offrendo 6 ore di utilizzo con 15 minuti di carica. I device presentano un altoparlante di sistema e due microfoni, nonché la radio FM. Sul fronte connettività troviamo il Wi-Fi b/g/n/ac e l'LTE, oltre al GPS. Il sistema operativo è Android Marshmallow, personalizzato in modo molto leggero dal produttore, risultando quindi simile ad Android Stock.

Moto G4 I nuovi Moto G4 e Moto G4 Plus arriveranno in Italia a Giugno a un prezzo di 249 e di 299 Euro, rispettivamente per la variante base e quella Plus. Difficile dire quali configurazioni di memoria interna/RAM arriveranno qui da noi, ma resta il fatto che si tratta di due prodotti interessanti, con pregi e difetti, come tutti gli smartphone della fascia media. Nello specifico, l’utilizzo di una CPU con qualche mese sulle spalle pone qualche limite, anche se tutto dipende dalle aspettative che si hanno da uno smartphone. Dall’altro lato però schermo, comparto fotografico e probabilmente anche la batteria dovrebbero essere in grado di offrire prestazioni superiori alla media di categoria, bilanciando così l’assenza di una CPU più recente. Vedremo come andrà a finire, nel frattempo non possiamo che constatare come Lenovo stia puntando molto sul brand Moto, che in futuro si espanderà con altri modelli di fascia più alta, lanciando la casa cinese anche nei mercati occidentali.