Motorola One Action ufficiale: Android One e Action Camera

Motorola One Action è uno smartphone che punta molto sulla sua Action Camera, con un sensore grandangolare da 117 gradi.

anteprima Motorola One Action ufficiale: Android One e Action Camera
Articolo a cura di

Dopo Motorola One Vision, smartphone che ha segnato il "vero inizio" dei dispositivi Android One del brand gestito da Lenovo, l'azienda torna a puntare su questa strada con il nuovo Motorola One Action. Stiamo parlando di un dispositivo molto simile al suo "predecessore", che però punta tutto sull'implementazione di una Action Camera, ovvero un sensore pensato per registrare video grandangolari con una sola mano.
Stiamo quindi parlando di una funzionalità che potrebbe interessare gli amanti del videomaking. Si parla da diverso tempo di una soluzione simile in campo mobile, ma finora nessun produttore aveva provato a puntare su questo aspetto.

Caratteristiche tecniche

Motorola One Action è spinto da un processore octa-core Exynos 9609 operante alla frequenza massima di 2,2 GHz, affiancato da una GPU Mali-G72 MP3, 4GB di RAM e 128GB di memoria interna (espandibile tramite microSD fino a 512GB). Si tratta di una configurazione pressoché identica a quella di One Vision, in grado di far girare bene la maggior parte delle applicazioni presenti sul Play Store ma sicuramente non la migliore in termini di "forza bruta". Anche le dimensioni del dispositivo sono molto simili a quelle del predecessore, con misure di 160,1 x 71,2 x 9,15 mm, per un peso di 176 grammi.
Troviamo poi uno schermo IPS da 6,3 pollici con risoluzione Full HD+ (2520 x 1080 pixel), aspect ratio 21:9, screen-to-body ratio dell'84% e foro per la fotocamera. Il sistema operativo è Android 9 Pie con adesione al programma Android One di Google, che garantisce due anni di aggiornamento per le major release e tre anni di update per quanto riguarda le patch di sicurezza.
L'azienda afferma che Motorola One Action verrà aggiornato ad Android Q e Android R. Il primo, che sarà la decima versione del robottino verde, dovrebbe uscire entro fine anno (a livello generale, non sappiamo quando Motorola aggiornerà One Action) mentre il secondo verrà probabilmente rilasciato nel 2020. Le patch di sicurezza saranno invece garantite per tre anni a partire dal lancio globale di agosto 2019. Insomma, chi vuole puntare su un dispositivo duraturo in termini di software troverà sicuramente pane per i suoi denti.

Parlando delle novità previste per Android Q, troviamo il "Focus Tracking", ovvero la possibilità di mantenere a fuoco un soggetto in movimento, e ovviamente molti altri aspetti legati alle prestazioni e all'ottimizzazione software. Dovrebbe finalmente arrivare anche il tema scuro, anche se negli ultimi giorni in molti sostengono che Google possa introdurre questa funzionalità con Android R (a cui One Action verrà comunque aggiornato). Insomma, le novità non mancheranno di certo nel corso degli anni coperti da Android One.
Per il resto, non mancano anche la certificazione IPX2 (protezione da gocce d'acqua), il classico sensore posteriore per le impronte digitali e tutte le connettività del caso, dal 4G LTE al Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac passando per il Bluetooth 5.0 e per la porta USB Type-C. Per quanto riguarda l'autonomia, è presente una batteria non removibile da 3500 mAh con ricarica rapida da 10W. Il tasto d'accensione e il bilanciere del volume sono presenti sul lato destro, mentre il carrellino per la SIM (Single/Dual nanoSIM, 3 in 2) fa capolino sul lato sinistro.
Gli altoparlanti, che dispongono del supporto alla tecnologia Dolby Audio, si trovano invece nella parte inferiore, insieme alla succitata porta USB Type-C e al primo microfono.
All'interno della confezione di vendita si trovano: un caricabatterie da 10W, un cavo USB Type-C per la ricarica, la spilla per l'estrazione del vano SIM e una cover in silicone. Motorola dichiara inoltre che in alcuni Paesi potrebbero esserci anche delle cuffie in-ear. Le colorazioni disponibili per Motorola One Action sono Denim Blue e Pearl White.

La caratteristica peculiare dello smartphone, però, risiede nel comparto fotografico. Infatti, Motorola One Action implementa una tripla fotocamera posteriore composta da un sensore principale da 12MP (f/1.8), una lente da 5MP per la profondità di campo e un'Action Camera ultra-wide da 117 gradi (tecnologia Quad Pixel, f/2.2). Quest'ultima permette di realizzare video grandangolari utilizzando una sola mano, sia tenendo lo smartphone in verticale che in orizzontale. Non è purtroppo possibile utilizzare questa funzionalità anche per le foto.
Il software è stato ridisegnato per consentire all'utente di accedere velocemente a questa funzionalità mediante la pressione di un tasto che compare a schermo accanto a quello dello scatto. In ogni caso, al momento non abbiamo avuto modo di testare a dovere questa nuova funzionalità e quindi non possiamo ancora sbilanciarci in merito. Troviamo poi un flash Dual LED e una fotocamera frontale da 12MP (f/2.0). Per quanto riguarda prezzo e disponibilità, non abbiamo purtroppo ulteriori informazioni in merito, ma vi invitiamo a rimanere sintonizzati su queste pagine per saperne di più. Quasi certamente tuttavia non dovrebbero esserci molte differenze rispetto a One Vision, che viene venduto oggi a circa 299€.