Anteprima MSI E3 Krait Gaming V5: scheda madre da gaming per CPU Xeon

La E3 Krait Gaming V5 è una scheda madre che nasce per un utilizzo professionale, ma viste le specifiche tecniche e le funzionalità inserite non è proprio così, per un prodotto pensato anche per i gamer.

anteprima MSI E3 Krait Gaming V5: scheda madre da gaming per CPU Xeon
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Le CPU Intel Xeon sono dei processori indirizzati al mercato professionale, che fanno della stabilità il loro punto di forza. Il loro prezzo in rapporto alle prestazioni offerte, anche in ambito gaming, è però molto elevato. Nonostante questo, alcuni giocatori più smaliziati puntano proprio su dei componenti di classe Xeon per realizzare le loro macchine da gioco. E' per questa motivazione che le aziende produttrici di schede madri stanno cominciando sempre più ad inserire sul mercato modelli con chipset Intel C232 e socket LGA 1151. Ecco perché MSI ha creato l'E3 Krait Gaming V5, che già dal nome commerciale lascia intendere le sue caratteristiche. La società taiwanese ha anche affermato che questa soluzione è espressamente dedicata ai giocatori, per cui ha previsto delle feature a loro indirizzate, che comprendono anche un set di LED bianchi.

Krait Gaming per Intel Xeon

La palette di colori che alterna bianco e nero riprende la Z170A Krait Gaming, versione della stessa scheda dedicata ai più canonici processori da gioco, come i Core i5 e i Core i7. Almeno esteticamente, infatti, le due soluzioni si somigliano molto.
Come abbiamo detto, nonostante sia una scheda madre apparentemente dedicata ai professionisti, MSI ha inserito tantissime funzionalità che la rendono adatta prima di tutto al gioco. Troviamo per esempio un controller LAN che la società definisce "da gaming", poiché riduce l'overhead della CPU aumentando nel contempo il throughput dei pacchetti TCP e UDP. Si tratta dell'Intel i219, montato a bordo di numerose schede madri da gioco e che ha sempre funzionato bene. A corredo del controller dedicato c'è MSI Gaming Lan Manager, un software che consente di andare a controllare e ad agire direttamente sulla priorità dei pacchetti di rete, rendendo i giochi prevalenti rispetto alle altre tipologie di applicazioni. Questo può in teoria generare meno lag durante le partite online, traducendosi in un leggero vantaggio sugli avversari. L'audio a bordo dovrebbe essere di buona qualità, con un PCB isolato per evitare interferenze elettromagnetiche, condensatori Chemi-Con e jack da 3,5 mm per un massimo di 7.1 canali.
La E3 Krait Gaming è dotata di quattro piccoli LED di stato, dedicati rispettivamente a CPU, RAM, GPU e alle operazioni di boot, che si accendono se il relativo componente funziona come dovrebbe. In questo modo si possono in un batter d'occhio capire i problemi che impediscono il corretto funzionamento del sistema. Come da tradizione, MSI ha piazzato componenti Military Class 4 sulla board. La società ha fatto della protezione all'umidità e alle alte temperature un marchio di fabbrica, e sta portando queste caratteristiche su un numero sempre maggiore di motherboard.
Le memorie RAM sono spesso affette da molti segnali di disturbo, che arrivano in prima battuta da scheda video e dal processore - a maggior ragione se questi due sono overcloccati. MSI ha quindi introdotto una tecnologia nota come DDR4 Boost che isola i circuiti indirizzati alle memorie RAM, così da non intaccare la purezza del segnale.
MSI E3 Krait supporta il CrossFire ma non lo SLI, a causa della mancanza di slot PCIe x16. Ce n'è infatti solo uno - quello più vicino alla CPU -, ma almeno gli slot sono di maggiore qualità grazie alla saldatura sul lato inferiore della motherboard, che rende il tutto molto più solido. Non sarà più necessario preoccuparsi dell'eccessivo peso di GPU ingombranti quindi.
Presente anche una porta USB 3.1 Type-C sul pannello I/O, con connettore reversibile che garantisce più velocità rispetto alle precedenti USB; abbiamo prestazioni dieci volte superiori alle USB 2.0, per esempio. Sul PCB c'è anche un connettore per il supporto a due USB 3.1 sul frontale del cabinet, nel caso il vostro modello le supporti. A bordo poi troviamo uno slot M.2 sino a 32 Gbps. Questo può dare alloggio agli SSD di fattura più nuova e decisamente più rapidi dei modelli precedenti, che sfruttano il protocollo NVMe. A corredo è presente inoltre un connettore U.2, seppure i solid state drive con tale interfaccia siano rari.

MSI E3 Krait Gaming V5 Riteniamo che MSI abbia ragione nel definire questa scheda madre più improntata al gaming che al settore professionale. Le funzionalità, più che le specifiche, sono in gran parte dedicate ai giocatori, partendo dal controller Intel i219 sino al supporto CrossFire. Sul retro c’è anche la Gaming Device Port, un’interfaccia che dovrebbe essere indirizzata ai mouse di fascia più alta: secondo la casa madre, questa presenta dei connettori in oro che riducono il ritardo e prevengono l’ossidazione. A bordo troviamo anche qualche funzionalità di overclocking, ma non troppo spinta. Se desiderate utilizzare un processore della famiglia Xeon E3 V5 per il vostro computer da gioco allora potete tranquillamente darle un’occhiata.