Anteprima OnePlus 2

OnePlus è al lavoro per realizzare un nuovo smartphone, dopo il successo del One. Alla base del progetto sembrano esserci specifiche di alto livello, che comprendono anche 4 GB di RAM.

anteprima OnePlus 2
Articolo a cura di

Lo scorso anno una nuova azienda ha esordito nell'affollato mondo della telefonia mobile con un prodotto, OnePlus One, che ha destato l'interesse di moltissimi utenti in tutto il mondo e ha riscosso anche un buon successo. Il fatto che se ne parli ancora è un chiaro segnale che la strategia commerciale adottata, seppur criticata per la scarsa disponibilità iniziale del prodotto, si sia rivelata azzeccata e abbia contribuito enormemente a fortificare il brand della neonata compagnia. OnePlus è stata fondata nel dicembre del 2013 da Pete Lau, ex vicepresidente di Oppo, uno dei maggiori produttori di smartphone della Cina. Pochi mesi dopo, come anticipato, è stato presentato lo smartphone OnePlus One e, nell'incredulità generale, ne sono stati annunciati hardware, software e prezzo di commercializzazione. Parliamo d'incredulità poichè OnePlus proponeva un terminale più potente, più economico e più vicino alle preferenze degli utenti rispetto a quanto offerto dalla concorrenza fino a quel momento. Lau e il suo giovane team hanno capito che l'unico modo per "sfondare" subito nel mercato della tecnologia mobile era stupire, limitando al minimo i costi, in ogni modo possibile, ma anche i profitti, visto che il prezzo di vendita non supera i 300 euro. Molta attenzione è stata data anche al mondo del web, visto che la società asiatica ha definito le scelte relative ad hardware e software, oltre che sulle ultime novità tecnologiche, anche sulle preferenze degli utenti, nonché futuri acquirenti. Ciliegina sulla torta, che ha convinto molti della bontà del prodotto, la collaborazione instaurata con il team di sviluppatori a stelle e strisce CyanogenMod, il quale ha sempre avuto dalla sua un'ottima customer-base cui attingere. Il 27 luglio OnePlus svelerà al mondo il successore del OnePlus One, il OnePlus 2. Molti dettagli sono già stati rivelati dalla stessa compagnia cinese, mentre altri emergono quotidianamente online sui principali siti di settore. OnePlus riuscirà a colpire di nuovo nel segno e ad affermarsi, in maniera definitiva, a livello internazionale?

Design e specifiche

I primi rumor relativi al OnePlus 2 sono emersi nei mesi estivi del 2014. Durante una sessione di AMA (Ask Me Anything) su Reddit, alcuni dirigenti OnePlus confermarono che la seconda versione del terminale sarebbe stata presentata nel secondo o terzo trimestre del 2015. Subito dopo l'apertura delle vendite del OnePlus One, sempre nel 2014, Pete Lau confermò che il OnePlus 2 sarebbe stato disponibile anch'esso, inizialmente, tramite il sistema ad inviti, sperimentato con il primo modello: "Ci stiamo impegnando nel mantenere i margini di guadagno al minimo livello possibile per dare maggior valore ai nostri utenti. Ciò aumenta drasticamente i rischi cui andiamo incontro. OnePlus 2 sarà un prodotto del tutto nuovo, con tutti i pericoli che ne conseguono e, inizialmente, il rischio sarà gestibile grazie al nostro collaudato sistema ad inviti".
Sappiamo molto dell'hardware di OnePlus 2, meno del design dei materiali utilizzati per la scocca. In verità sono stati pubblicati, nelle scorse settimane, alcuni schizzi progettuali, ma la mancanza di fonti attendibili ci lascia alquanto perplessi sulla loro veridicità. Un'altra foto, pubblicata da OnePlus stessa, accompagnata dalla frase "We are mad", mostra il nuovo prodotto dal retro, ma non sapremo mai se si tratta di un prototipo o del vero telefono coperto da una cover. Le forme sembrano molto simili a quelle del One, con una struttura in metallo, opzione che va per la maggiore tra le preferenze degli utenti (e della concorrenza), magari affiancata da una versione in bambù, di cui alcuni siti hanno insistentemente parlato. Passiamo alle dimensioni. Secondo un leak pubblicato dal portale CooliCool, OnePlus 2 disporrà di un display a 1080p (come il modello attuale) o QHD da 5.5 pollici. Pocketnow invece, punta su un enorme schermo da 6 pollici, in linea con il Nexus 6, con risoluzione QHD e vetro curvo lungo i bordi (a 2.5D). Due rumor provenienti da fonti affidabili, sebbene quella relativa allo schermo da 5.5 pollici sembra essere la più plausibile, soprattutto perché parliamo di un dispositivo da vendere a prezzo contenuto. Recenti dichiarazioni ufficiali apparse su Reddit hanno affermato che il nuovo telefono sarà più piccolo del precedente, per cui l'ipotesi 6" sembra essere definitivamente tramontata. Il portale CooliCool ha diffuso anche informazioni tecniche relative alle fotocamere, posteriore e anteriore, alla memoria interna e alla batteria. Il sensore sul retro offrirebbe ben 16 megapixel, mentre quello anteriore arriverebbe a 5 megapixel. Per quel che riguarda la memoria interna, OnePlus 2 parte da 32GB, ma non mancherà, sicuramente, il modello da 64GB. La batteria, infine, garantirebbe 3300 mAh di potenza. Il resto delle specifiche tecniche sono state annunciate ufficialmente da OnePlus: processore Qualcomm Snapdragon 810 v2.1 a 8 core e 64-bit (non soggetta a surriscaldamento), chip grafico Adreno 430, connettore USB Type-C, quindi reversibile, lettore di impronte digitali "rifinito e rapido nel riconoscimento delle impronte (riconosce fino a cinque profili)" e, novità delle ultime ore, ben 4GB di RAM LPDDR4, come auspicato dai fan di tutto il mondo, che dovrebbero bastare a tenere testa anche ai migliori smartphone dell'anno prossimo. Insomma, un telefono top di gamma in tutto e per tutto. Con il software, OnePlus sembra aver fatto un passo decisivo verso una versione Android standard. A differenza del primo modello, è assente CyanogenMod.

Le incomprensioni e la relativa rottura con il team statunitense ha obbligato OnePlus a lavorare su un sistema operativo basato su Android 5.0.2, già noto come OxygenOS. Il risultato di questo duro lavoro dovrebbe assicurare ai futuri acquirenti del OnePlus 2 un'esperienza del tutto nuova, senza rinunciare alle sicurezze garantite dal software del robottino verde. E il prezzo? Anche su questo elemento OnePlus ha messo (già) bocca. A maggio il CEO Lau ha parlato del costo del OnePlus 2 su Weibo. Secondo Lau "2499.99" Yuan, ossia 364 euro, sarebbe un prezzo ragionevole. Pochi giorni fa, ancora Pete Lau, ha ribadito su Twitter che non si andrà oltre i 450 dollari. La differenza con OnePlus One è di 100 euro circa, e a questo punto l'ormai esigente clientela OnePlus si aspetta qualcosa di veramente "premium". Appuntamento al 27 luglio, quando OnePlus terrà un keynote da seguire, sorpresa delle sorprese, tramite i dispositivi dedicati alla realtà virtuale. Per quest'occasione i cinesi hanno anche realizzato un headset VR in cartone in stile Google Cardboard e brandizzato OnePlus, con cui seguire l'evento. Per ottenerlo basta richiederlo sul sito ufficiale della società asiatica e pagare solo le spese di spedizione (7 euro). Si spera che OnePlus riesca a mettere a disposizione degli utenti (dotati di invito) il OnePlus 2 già a partire dal mese di agosto o, al massimo, a settembre.