Anteprima OnePlus X

Il 29 ottobre sarà presentato OnePlus X, il nuovo mid-range della casa cinese, che da quanto trapelato fino a questo momento potrebbe rappresentare una valida alternativa ai prodotti dei brand più prestigiosi.

anteprima OnePlus X
Articolo a cura di

Il mercato dei dispositivi mobili, e in particolare quello degli smartphone, vive di un numero enorme di consuetudini, che porta la stampa di settore a prevedere la maggior parte delle mosse delle aziende impegnate in questo settore. Tra queste rientrano i modelli "mini" dei top di gamma, dove la parola "mini" abbiamo scoperto che non si riferisce esclusivamente alle dimensioni ma anche, purtroppo, alle potenzialità hardware e software. Sono pochi, pochissimi (la linea Compact dei Sony Xperia Z, ad esempio) i modelli ridotti dei top di gamma che fanno venir voglia di metter mano al portafogli, ma la tendenza a presentarne sempre di nuovi sul mercato sembra comunque non attenuarsi.
OnePlus alimenterà presto questa tendenza. Il 29 ottobre sarà presentato OnePlus X, di cui nei giorni scorsi sono trapelate specifiche tecniche e prime immagini. A differenza della concorrenza però, OnePlus potrebbe ingolosire gli utenti lanciando il proprio prodotto ad un prezzo molto interessante, come ci ha abituati fino ad oggi con i due unici smartphone appartenenti al proprio catalogo, OnePlus One e OnePlus Two.

Design e specifiche tecniche

La fuga di notizie sul OnePlus X è dovuta a due fonti: TENAA, l'ente cinese che regola le telecomunicazioni nel paese della Grande Muraglia, che ha diramato le informazioni tecniche, e il portale di microblogging cinese Weibo, sul quale sono apparse le prime foto del retro del dispositivo.
Proprio in relazione al design, da quello che trapela dalle foto OnePlus X sarà diverso rispetto a OnePlus One e Two, sia per le colorazioni, bianca e nera, sia per l'utilizzo del vetro, che potrebbe essere usato come "protezione" per il retro. La finitura 2.5D infine, porterebbe miglioramenti all'ergonomia dello smartphone. Sempre sul retro rimane da risolvere un mistero legato al Flash LED che accompagna il modulo fotocamera. Le immagini trapelate sul portale Weibo sono due, una mostra il led sulla destra del sensore fotografico, l'altra, trapelata per motivi di certificazione, lo vede posizionato sotto l'ottica. La reale posizione sarà svelata solo in sede di presentazione.
Le specifiche tecniche che circolano online, e supportate proprio dalla certificazione TEENA, parlano di dimensioni di 140 x 69 x 6.9 millimetri ed un peso di soli 138 grammi. Lo schermo sarà un LCD con tecnologia IPS da 4.99 pollici di diagonale e 1920 x 1080 pixel di risoluzione. Interessante il comparto fotografico, contraddistinto da una cam anteriore da 8 MegaPixel ed una fotocamera posteriore modello Sony IMX258 da 13 MegaPixel con autofocus, apertura focale F/2.0 e flash LED Dual Tone, ossia la stessa montata sull'attuale top di gamma OnePlus 2.
Il processore scelto dalla compagnia cinese sembra essere il buon Qualcomm Snapdragon 801, lo stesso chip montato su OnePlus One e su una miriade di top di gamma di un paio di anni fa, dalle performance ancora valide ed in grado di far risparmiare parecchie risorse all'azienda, che potrebbe proporre OnePlus X ad un prezzo decisamente vantaggioso, si parla infatti di 240€. Tuttavia pare che la frequenza operativa del System On Chip, che ricordiamo essere un quad-core, è di soli 2.0 Ghz, un valore inferiore rispetto ai 2.5 Ghz che hanno sempre caratterizzato lo Snapdragon 801.

E' probabile che la frequenza possa essere stata abbassata per evitare possibili surriscaldamenti del terminale, aspetto cui gli utenti sono sempre molto attenti. Lo Snapdragon 801, sebbene limitato in potenza, può comunque contare sulla GPU Adreno 330, su ben 3 GB di RAM e su 16 GB di memoria interna espandibili. Alcune fonti riportano invece la presenza della CPU Mediatek MT6795, ma lo sapremo solo tra qualche giorno. Completano il quadro la connettività LTE e l'interfaccia utente Oxygen OS, basata su Lollipop 5.1.1.
Ammesso che le cose sul fronte tecnico rimangano come appena descritto e dando per scontato che Carl Pei, co-fondatore di OnePlus, e il suo team decidano di continuare la politica di prezzi concorrenziali per i propri prodotti, il OnePlus X potrebbe interessare a molti utenti e potrebbe essere uno smartphone capace di contribuire in maniera importante a tirare fuori la società asiatica da quel mercato di nicchia che si è creata fino ad oggi.
L'effetto sorpresa del nuovo brand, veicolato anche da una campagna di marketing davvero perfetta, è ormai finito. E' vero, la start-up OnePlus è nata solo due anni fa, ma è una presenza già certa sul mercato. Tuttavia, nel corso del tempo, la solidità di un'azienda dipende dalle vendite che riesce a fare e OnePlus X sembra essere il telefono giusto per permettere a OnePlus, negli anni futuri, di portare avanti il proprio appassionante progetto.