Anteprima OnePlus X ufficiale: caratteristiche e prezzo

Il nuovo smartphone della casa cinese unisce un'alta qualità costruttiva a specifiche di buon livello, che fanno del OnePlus X un terminale da tenere in seria considerazione nella fascia media.

anteprima OnePlus X ufficiale: caratteristiche e prezzo
Articolo a cura di

OnePlus sta abituando bene i suoi utenti. I suoi smartphone infatti sono dotati di specifiche tecniche eccellenti, soprattutto in rapporto al prezzo. Fino a questo momento, l'azienda cinese si è interessata soprattutto al segmento alto del mercato, con i modelli OnePlus One e Two, che hanno avuto ottimi riscontri nelle vendite, nonostante il sistema a inviti. Ora però, è arrivato il momento di mettersi alla prova nel settore dei mid-range, e da quanto possiamo vedere, sembra che ancora una volta OnePlus abbia fatto centro, proponendo uno smartphone di buon livello a un prezzo adeguato, il OnePlus X. Ne abbiamo parlato già nei giorni scorsi, ma con la presentazione ufficiale appena tenutasi, possiamo ora svelare le caratteristiche complete e il prezzo di vendita, in modo da comprendere meglio il potenziale del prodotto.

Design e caratteristiche tecniche

Il nuovo OnePlus X probabilmente non offre delle linee che colpiscono subito, ma osservandole bene, la loro semplicità dona un look elegante all'insieme. È nei materiali tuttavia che troviamo una qualità superiore alla media. Lo smartphone sarà disponibile in due versioni, che si distinguono per prezzo e qualità costruttiva. La prima si chiama Onyx, e rappresenta la base, realizzata con una backcover in onice e ricoperta da un vetro protettivo, venduta a 269€. La seconda invece, Ceramic, utilizza una cover posteriore in ceramica e sarà venduta a 369€ in una edizione limitata da 10.000 pezzi. Per la sua realizzazione è stato impiegato un particolare processo produttivo, che ha reso superfluo l'utilizzo di un vetro protettivo, visto che la resistenza raggiunta dalla ceramica è molto elevata. Entrambe le varianti sono caratterizzate da un telaio metallico, che conferma le impressioni positive sui materiali utilizzati. Le dimensioni sono di 140 mm di altezza per 69 di larghezza, con uno spessore di 6.9 mm e un peso di 138 g, dati che dovrebbero confermare l'ottima ergonomia del dispositivo. Fortunatamente, per la prima non ci sarà bisogno di un invito per procedere all'acquisto, almeno per la variante base. Se si vuole invece la versione più esclusiva in ceramica è necessario un invito, ma il prezzo inizia a diventare troppo elevato probabilmente, per cui l'effetto convenienza viene in parte dissipato.
Sul fronte hardware non ci saranno differenze di sorta, per cui il sovrapprezzo è dovuto esclusivamente al tipo di backcover. Il display è da 5" AMOLED con risoluzione Full HD e una densità di pixel di 441 PPI. Strana la scelta del SoC, che sarà uno Snapdragon 801, lo stesso installato sul OnePlus One, un Quad Core Krait con GPU Adreno 330.Le prestazioni reali sono ancora ottime, ma sulla carta questa CPU non è più al passo coi tempi, vista anche l'assenza del supporto ai 64 bit.

All'interno troviamo 16 GB di memoria interna, espandibile, e 3 GB di RAM. OnePlus X supporta anche il dual SIM, ma purtroppo per sfruttarlo bisognerà rinunciare allo slot Micro SD, visto che la SIM va inserita nello slot occupato anche dalla scheda di memoria. Il comparto fotografico non è stato realizzato da Sony, al contrario di quanto si credeva, ma da Samsung, con un sensore da 13 Megapixel ISOCELL con apertura f/2.2, in grado di effettuare l'autofocus in tempi molto brevi, almeno stando a quanto dichiarato dell'azienda. Quello frontale è invece da 8 Megapixel, quindi ottimo per selfie e videochiamate. La batteria è un modello da 2525 mAh, mentre il sistema operativo è basato su Android 5.1.1 Lollipop, personalizzato con l'interfaccia Oxygen OS, ma OnePlus sta già lavorando all'aggiornamento a Marshmallow.

OnePlus X OnePlus X potrebbe diventare un’alternativa allettante per chi è in cerca di uno smartphone di fascia media a prezzo contenuto, senza rinunciare alla qualità costruttiva. La possibilità di acquistare la versione base, con backcover in onice/vetro, senza il fastidioso sistema ad inviti farà sicuramente piacere all’utenza, inoltre porterà i numeri dell’azienda cinese a crescere ulteriormente. L’unica incertezza è data dalla CPU, non più al passo coi tempi sulla carta, ma comunque in grado di fornire un’esperienza d’uso di buon livello ancora oggi. Per il resto, dallo schermo alle dimensioni, passando per la fotocamera, OnePlus X si difende davvero bene, confermando ancora una volta come la qualità, oggi, non sia più un’esclusiva dei top di gamma. I preordini per l’Europa dovrebbero iniziare il 5 novembre, per una volta in anticipo rispetto agli Stati Uniti, per cui non sarà difficile procurarsene uno.