Anteprima PICTAR, la custodia che trasforma l'iPhone in una macchina fotografica

Su Kickstarter è di recente arrivato PICTAR, un particolare accessorio che consente di aggiungere allo smartphone della Casa di Cupertino i comandi di una vera macchina fotografica.

anteprima PICTAR, la custodia che trasforma l'iPhone in una macchina fotografica
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il mercato degli accessori per i cellulari è sempre più vasto ed oggi è possibile trovare prodotti di ogni tipo con funzionalità molto differenti fra loro. Tra le proposte arrivate di recente, il PICTAR è sicuramente una delle più interessanti. Si tratta di un camera grip in cui inserire l'iPhone per migliorare le sue capacità fotografiche, in grado di far assomigliare lo smartphone di Apple ad una vera fotocamera. Un accessorio che ricorda immediatamente il Cam Plus del nuovo LG G5, un modulo che migliora le caratteristiche fotografiche del cellulare consentendo maggiore grip, anche con una sola mano, grazie ad un'evidente sporgenza sul lato posteriore. Sono anche presenti diversi comandi fisici che consentono il controllo della fotocamera (accensione, scatto, registrazione video) ed una pratica rotellina che permette la regolazione dello zoom. Ad eccezione della batteria aggiuntiva, anche sul PICTAR troviamo funzionalità simili a quelle di LG Cam Plus, con un particolare sistema di comunicazione, basato su ultrasuoni, utilizzati per inviare i comandi allo smartphone.

PICTAR, un pratico camera grip per la maggior parte degli iPhone

Questo particolare accessorio, al momento disponibile sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter, è realizzato da Miggo, una start-up che produce accessori per fotocamere. Scendendo nel dettaglio si tratta di un camera grip in cui inserire il proprio iPhone (tramite un sistema a slitta) che consente di aggiungere diversi pulsanti fisici ispirati alle reflex. L'azienda produttrice di questo dispositivo ha realizzato due diverse versioni, la prima compatibile con tutti gli smartphone di Apple a partire dall'iPhone 4 fino al 6S, ed una seconda espressamente dedicata ai modelli più grandi Plus. Il PICTAR ha uno spessore massimo di 30 mm, una larghezza di 100 mm ed un'altezza di 89 mm, per un peso complessivo di 64 grammi. Questo dispositivo lascia completamente libera la zona intorno al sensore fotografico dell'iPhone permettendo, quindi, di montare anche lenti aggiuntive.

Design e funzionalità

Dal punto di vista estetico questo accessorio presenta un design che ricorda quello delle tradizionali fotocamere, con la parte superiore con finitura metallica ed un rigonfiamento laterale dotato di materiale antiscivolo che consente di maneggiare il cellulare sempre con estrema facilità e con una sola mano, anche indossando i guanti. Sul PICTAR troviamo diversi comandi fisici a partire dal tasto "shutter" a due posizioni, per impostare la messa a fuoco e l'esposizione, che permette lo scatto della fotografia. Inoltre è integrata una piccola rotellina sulla parte frontale che può essere utilizzata per regolare lo zoom o riprogrammata a piacimento dall'utente. Premendo questa rotella si può passare direttamente alla fotocamera frontale per rapidi selfie, pulsante la cui funzione può essere, anche in questo caso, modificata dall'utente. Nella parte superiore di questo camera grip troviamo la "Exposure Compensation Wheel" per la regolazione dell'esposizione, affiancata dalla "Smart Wheel', una rotellina completamente programmabile dall'utente che consente, nell'impostazione di default, di scegliere varie modalità di scatto (Auto mode, modalità ritratto, panorama, sport, neve, selfie e video). Infine è presente anche un ulteriore pulsante, questa volta virtuale, messo a disposizione dall'app dedicata di PICTAR che consente, ad esempio, di impostare il flash, i valori di ISO e altro ancora.

App e sistema di comunicazione ad ultrasuoni

Miggo ha sviluppato un'app, che verrà messa a disposizione sullo store di Apple, che consente di scattare foto e di far dialogare l'iPhone con la cover grip. Questo accessorio non utilizza il connettore Lightning dell'iPhone, né un normale collegamento Bluetooth, ma una tecnologia basata sugli ultrasuoni. Quando si preme un pulsante sulla cover grip questa è in grado di produrre uno specifico tono ad altissima frequenza (18,500 - 20,000 khz), non udibile dall'orecchio umano, che viene captato dall'app dedicata e tradotto in un comando eseguito poi dall'iPhone.

Questo originale sistema permette di non consumare la batteria interna dello smartphone ed inoltre richiede meno energia di una tradizionale connessione Bluetooth. Il PICTAR è alimentato da una batteria di tipo CR ½ AA che consente un'autonomia dichiarata di 4-6 mesi. Su questo camera grip troviamo, inoltre, una slitta per flash sul lato superiore ed un foro standard per avvitare un treppiedi sulla parte inferiore. A questo si aggiunge anche un laccetto per tenere il device legato al polso o al collo e, infine, viene anche fornita una pratica custodia imbottita per il trasporto.

Disponibilità e prezzo

L'idea del PICTAR è nata 18 mesi fa e il prodotto è ormai nelle fasi finali del suo sviluppo. Miggo pensa di iniziare la produzione entro ottobre, con le prime consegne per la fine di novembre. Come già detto in precedenza, questo accessorio è disponibile sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter e al momento la campagna sta riscuotendo un ottimo successo con più di 2000 finanziatori e più di 200.000 dollari raccolti, quando mancano ancora una paio di settimane al suo termine. Come accade normalmente sulle varie piattaforme di raccolta fondi, è possibile trovare vari lotti di prodotto con prezzi crescenti. Al momento è possibile acquistare il kit base del PICTAR pagando 90 dollari (78 euro) con incluso il laccetto ed una custodia imbottita, mentre sono necessari 10 dollari in più per la variante per iPhone Plus. Miggo ha anche reso disponibile un kit "Premium" che include anche un pratico treppiedi flessibile con un prezzo a partire da 120 dollari (104 euro).

PICTAR Dalle piattaforme di crowdfunding Kickstarter e Indiegogo arrivano spesso prodotti dalle funzionalità particolari; il PICTAR è un accessorio interessante destinato a chi ama scattare tante foto con lo smartphone. Si tratta di un prodotto che consente di utilizzare anche i voluminosi iPhone Plus con una sola mano, inoltre, aggiunge pratici comandi fisici personalizzabili che permettono di controllare facilmente tutte le funzionalità della fotocamera. Decisamente originale risulta il sistema di comunicazione tra smartphone e camera grip, una tecnologia ad ultrasuoni dai consumi decisamente bassi e che consente al device un’autonomia fino a 6 mesi. Dalle prime prove di un prototipo di questo accessorio sono emersi giudizi abbastanza positivi. I tempi di scatto non sono velocissimi, ma comunque in linea con prodotti simili che sfruttano la tradizionale connessione Bluetooth. Questo camera grip risulta molto facile da utilizzare e molto versatile potendo essere usato con la maggior parte degli iPhone. Tra gli aspetti negativi segnaliamo la possibilità di utilizzare sullo smartphone solo cover protettive di spessore molto ridotto, con il camera grip che lascia scoperta la parte superiore del cellulare. Infine segnaliamo il prezzo più elevato di altri prodotti concorrenti.