Anteprima Razer Blade arriva in Europa: si parte da 2.999€

Il notebook gaming Razer Blade arriverà il 18 dicembre, portando in dote un ottimo comparto tecnico ed un form-factor più piccolo della media di categoria, che si paga però a caro prezzo.

anteprima Razer Blade arriva in Europa: si parte da 2.999€
Articolo a cura di

Il notebook da gaming Razer Blade arriverà il 18 dicembre in Italia. Il portatile, che è già in vendita da tempo nel resto del mondo, include un ottimo comparto tecnico ed un form-factor decisamente inusuale per la categoria. Il laptop della compagnia statunitense ha infatti dimensioni inferiori alla maggioranza dei concorrenti, con una scocca sottile ed un display da 14 pollici di diagonale. Razer Blade è sicuramente un notebook senza eguali, un portatile da gioco con numerosissimi pregi, ma che arriva probabilmente troppo in ritardo sul mercato italiano, ad un prezzo decisamente elevato, e con componenti che, sebbene molto performanti, non rappresentano più il top attualmente disponibile sulla piazza.

Caratteristiche tecniche

Razer Blade è sicuramente un portatile incantevole dal punto di vista estetico, lontano anni luce dal design aggressivo e appariscente di altri prodotti della stessa categoria. Quello progettato dalla compagnia statunitense è un notebook di classe, estremamente elegante, con una scocca nera in alluminio realizzata con una spiccata attenzione ai particolari. Basta notare come la colorazione verde tipica di Razer non compaia solo nel logo sulla back cover, ma venga ripresa anche nei connettori USB e nella retroilluminazione LED della tastiera (non RGB). Keyboard che rappresenta uno dei punti di forza dell'intero sistema. I tasti ad isola sono completamente programmabili tramite il software dell'azienda, Razer Synapse 2.0, ed offrono un buon feedback sia durante la scrittura che nel bel mezzo delle sessioni di gioco più intense. In quest'ottica, ottima l'integrazione della tecnologia antighosting, che permette di recepire un comando anche quando si premono più tasti contemporaneamente. Nelle dimensioni di 345 x 17.9 x 235 millimetri, Razer ha incluso uno schermo IGZO da 14 pollici, 16:9, a risoluzione QHD+, 3200x1800 pixel, con retroilluminazione LED e multi-touch capacitivo. Il pannello assicura ottimi tempi di risposta, una luminosità di 350 nit e buoni angoli di visuale. Migliorata anche la riproduzione dei colori rispetto al predecessore, ora più vividi ed intensi.
Il portatile pesa 2.03 chilogrammi: non il top in termini di trasportabilità in ambito mobile, ma un valore che è decisamente basso se ci soffermiamo solo sul settore dei notebook da gioco. Razer Blade non nasce certo come sostitutivo di un sistema desktop, ma è davvero un device che può anche essere utilizzato anche in mobilità. Il form-factor compatto non ha però consentito l'integrazione di una grande quantità di porte, che sono quindi limitate a tre USB 3.0, audio jack da 3.5mm e ad un'uscita video HDMI 1.4a. Presenti inoltre una scheda Intel Wireless-AC 7260HMW, con WiFi 802.11a/b/g/n/ac e Bluetooth 4.0, una webcam da 2 megapixel ed una coppia di speaker stereo, con un audio non particolarmente potente e di media qualità. Lo spessore ridotto del notebook avrebbe potuto rendere piuttosto difficoltosa la corretta dissipazione dei componenti interni. L'utilizzo di uno chassis in l'alluminio, che è un eccellente conduttore di calore, e di una coppia di ventole dovrebbe calmare i bollenti spiriti del Razer Blade. L'autonomia del terminale è inferiore a quella garantita dal modello precedente. La batteria da 70Wh assicura circa 5 ore di utilizzo medio, valore che si abbassa rapidamente se adoperiamo software particolarmente pesante. La bassa durata, comunque buona per un notebook gaming, è dovuta in gran parte al nuovo display, ad altissima definizione, e ai componenti interni scelti dalla società. Razer ha infatti incluso nel suo ultimo portatile hardware molto potente, seppur non di ultimo grido, sacrificando in parte il risparmio energetico. L'ottima accoppiata CPU Intel Haswell e GPU NVIDIA rappresentava a febbraio 2015, mese di presentazione di questo Razer Blade, il top per quanto riguarda le prestazioni.
Il processore è un quad-core Intel Core i7-4720HQ a 2.6 GHz, 3.6 GHz in modalità Turbo, con 16 GB di memoria RAM DDR3L a 1600 MHz. Realizzata con tecnologia a 22nm, la CPU, arrivata sugli scaffali nei primi mesi dell'anno, assicura ancora adesso performance adeguate anche con giochi e programmi pesanti. Integra inoltre una GPU Intel HD Graphics 4600, con 20 EUs ed un clock di 400MHz, 1200 con Turbo Boost. La scheda video dedicata è invece una NVIDIA GeForce 970M, con 3 GB di memoria GDDR5. Interessante la presenza della tecnologia NVIDIA Optimus, che si occupa di gestire lo switch automatico tra la GPU ed il chip grafico integrato durante le operazioni meno pesanti. La 970M rimane una delle migliori schede in ambito mobile. Basata su architettura Maxwell GM204 a 28nm, include frequenze di 924 MHz per la GPU e 1250 MHz per la memoria. In grado di gestire con buona soddisfazione la maggioranza dei giochi in FullHD, la NVIDIA 970M soffre particolarmente le alte risoluzioni: la scelta di adottare uno schermo ad altissima definizione, 3200x1800 pixel, potrebbe quindi rivelarsi controproducente. Scordatevi assolutamente di giocare a questa risoluzione: anche a 1080p, infatti, potreste essere costretti ad abbassare i dettagli se volete giocare a 60fps. Lo storage di questo Razer Blade è affidato ad un'unità SSD SATA M.2, disponibile in tagli da 128 GB, 256 GB o 512 GB.

Arriviamo alla nota dolente di questo notebook. Razer Blade arriverà in Italia ad un prezzo consigliato di 2999,99 Euro per la variante con SSD da 256 GB. Somma che raggiunge i 3.374,99 euro se si decide di passare ad uno storage superiore. Va tenuto altresì conto che con l'acquisto del notebook sono inclusi: una copia di Just Cause 3, World of Warships e Counter-Strike: Global Offensive, 100 dollari di credito sul Portafoglio Steam ed una versione completa di FL Studio 12 Producer Edition (valore di 199 dollari). Razer commercializzerà inoltre una seconda versione del proprio notebook, che presenta alcune importanti differenze. Abbiamo in questo caso un schermo da 14 pollici ma a risoluzione FullHD e senza pannello touch, minor quantitativo di memoria RAM, 8GB, e SSD da 256 GB per l'archiviazione dei dati. Tutto questo ad un prezzo di 2.499,99 euro. Le prime versioni di Razer Blade sono al momento pre-ordinabili sul sito ufficiale della compagnia, con spedizioni previste per il 18 dicembre.

Razer Blade È difficile esprimere un giudizio su questo nuovo Razer Blade. Sulla carta si tratta sicuramente di un ottimo notebook, forse addirittura il migliore portatile da gaming nella sua categoria (sotto i 15 pollici). È infatti praticamente impossibile trovare un altro prodotto così compatto ed altrettanto ben realizzato, che assicuri nel contempo le medesime prestazioni durante il gioco. Nonostante siano presenti un ottimo design, buone specifiche tecniche, discrete trasportabilità ed autonomia, Razer Blade è un terminale francamente fuori mercato, perché proposto ad un prezzo troppo elevato e perché arriva in Italia troppo tardi per risultare davvero innovativo. È un prodotto che unisce ottime performance ad un design al momento senza paragoni, ma tutto questo non basta per farlo preferire alla concorrenza. Parliamo infatti di un portatile realizzato appositamente per il gioco e l’utenza indirizzata verso questo genere di dispositivi esige in primis un’esperienza di gioco ai massimi livelli. Razer Blade non è purtroppo in grado di garantire prestazioni tali da giustificare una spesa tanto cospicua. Basti notare come, con somme vicine a quella richiesta dalla compagnia statunitense, sia possibile acquistare notebook con schermi di diagonale più ampia, processori Skylake più recenti e performanti, e con schede grafiche decisamente più potenti. Gli utenti davvero interessati al gaming, che quindi non desiderano scendere a compromessi in termini di prestazioni, potranno trovare soluzioni migliori rispetto a questo Razer Blade. Gli acquirenti che invece avevano adocchiato questo portatile per l’ottimo design ed il form-factor ridotto, allettati da un notebook da gaming finalmente bello a vedersi e soprattutto trasportabile, potrebbero invece trovare la migliore alternativa in commercio, ma a caro prezzo.