Anteprima Samsung Galaxy Note 5

Il nuovo Galaxy Note 5 è in dirittura d'arrivo e già il 13 agosto, durante l'evento Unpacked 2015, potrebbe essere la volta buona per vedere dal vivo le novità pensate da Samsung per la storica linea di phablet.

anteprima Samsung Galaxy Note 5
Articolo a cura di

Agosto, mese di mare, sole, vacanze... e ovviamente di Samsung Galaxy Note. Oramai l'azienda coreana ci ha abituati a lunghe estati di rumors, in attesa dei primi di settembre, quando all'IFA di Berlino viene solitamente svelata la nuova versione del phablet per eccellenza. Questa volta però, sembra che l'annuncio possa essere anticipato di qualche settimana, più precisamente il 13 agosto, giorno scelto da Samsung per il suo Unpacked 2015, classico evento di presentazione di nuovi prodotti. Ancora c'è un minimo di indecisione, non si sa il protagonista sarà il Note 5 o il Galaxy S6 Edge Plus, che altro non è se non una sua variante con doppio display curvo ma senza S-Pen. Vista la quantità enorme di rumors diffusi, abbiamo preferito aspettare il momento giusto per fare il punto sul nuovo top di gamma, momento che è ora arrivato, visto che le specifiche sembrano ormai confermate, come anche il design. Le novità non saranno molte, questo bisogna dirlo, per un upgrade che va a rivedere in modo deciso principalmente il design.

Caratteristiche tecniche

In un primo momento il Galaxy Note 5 avrebbe dovuto essere il primo smartphone ad adottare il SoC Exynos 7422. Si tratta di una soluzione molto particolare, la prima ad integrare in un unico chip il processore, la GPU, la RAM, la ROM e i modem per la connettività. Purtroppo, non sarà il Note 5 ad implementarlo per primo, visto che Samsung ha preferito puntare ancora una volta sull'Exynos 7420, lo stesso dell'S6, formato da quattro core Cortex A57 e quattro core Cortex A53 e da una GPU Mali-T760 MP8. La scelta in fondo è comprensibile, visto che si tratta del processore mobile più veloce attualmente in commercio. Visto quanto accaduto con Note 4, che presentava un OS non certo privo di rallentamenti, la forza bruta del 7420 sarà utile, ma per una maggiore fluidità servirà anche un'ottimizzazione coi fiocchi. Considerata la leggerezza dell'OS dell'S6 è probabile che questa volta Samsung non sbagli il tiro. Come da tradizione della linea Note, lo schermo è di dimensioni generose, raggiungendo i 5.7" con una risoluzione di 2560x1440 pixel. Allo stato attuale non ci sono ancora informazioni sui miglioramenti applicati alla S-Pen, ma non mancheranno di certo. Il nuovo phablet di Samsung potrà contare su 4 GB di RAM LPDDR4, un quantitativo davvero alto per uno smartphone, e su 32 GB di memoria interna. Le fotocamere sembrano ricalcare alla lettera quelle dell'S6, con un sensore da 16 Megapixel posteriore e uno da 5 Megapixel anteriore. Meglio non sbilanciarsi sulla batteria, una caratteristica distintiva della serie, che dovrà garantire almeno un giorno e mezzo di utilizzo, visto che il pubblico business apprezza da sempre l'autonomia del Note. Sul fronte connettività, troviamo quanto di meglio ci sia a disposizione, dall'LTE al Wi-Fi b/g/n/ac.

Design

Il Galaxy Note 4 è stato il primo della linea a godere della rivoluzione operata nel design dei propri dispositivi da Samsung. Iniziata con il Galaxy Alpha, questo tipo di design ha riscosso un buon successo. La nuova versione riprende quanto visto in passato ed elimina del tutto gli spigoli e le parti più affilate, creando un'insieme decisamente più curvo. Le immagini parlano chiaro e mostrano anche un rinnovato alloggiamento per la S-Pen, che probabilmente adotterà un tipo di estrazione diversa, forse a pressione, visto che non si notano pertugi in cui inserire le dita per estrarre il pennino. Altro particolare, molto importante, che manca all'appello, è lo slot per le schede Micro SD. Vista la scocca unibody in metallo, non è possibile rimuovere la backcover, per cui l'unico lato non mostrato dalle foto, quello destro, è anche l'unico che potrebbe ospitare l'utile slot di espansione. La speranza è che si trovi lì, altrimenti un terminale di questo tipo, spesso usato dall'utenza business per la sua versatilità, potrebbe perdere diversi punti nei confronti della concorrenza. Concorrenza che arriverà anche anche dall'S6 Edge Plus, che presenta praticamente le stesse caratteristiche ma adotta un doppio display curvo da 5.5" e non è dotato della S-Pen.

Samsung Galaxy Note 5 Il nuovo Galaxy Note 5 presenta caratteristiche superiori rispetto alla versione precedente, basata su Snapdragon 805, con un design più ricercato e un nuovo slot per S-Pen (e una nuova interfaccia Air Command, come si vede dall’immagine). Il fatto che non si sia vista la presenza dello slot Micro SD sembra confermare le voci degli ultimi mesi, che hanno previsto l’assenza dell’importante caratteristica. Se davvero Samsung farà a meno dello slot di espansione, allora il Galaxy S6 Edge Plus potrebbe diventare ancora più attraente, viste le dimensioni minori, salvo la necessità di utilizzare la S-Pen, da sempre il vero valore aggiunto della linea Note. L’appuntamento è fissato per il 13 agosto, giorno in cui Samsung toglierà il velo sul Note 5 e/o sull’S6 Edge Plus, puntando tutto sui terminali con schermi di grandi dimensioni.