Anteprima Samsung Galaxy S6 Plus

La linea S6 di Samsung è pronta ad accogliere un nuovo modello, che ripropone quanto di buono visto nella variante Edge in un dispositivo decisamente più grande, con schermo da 5.7".

anteprima Samsung Galaxy S6 Plus
Articolo a cura di

Il mercato degli smartphone sta entrando in una nuova fase. Molti marchi storici, tra cui Samsung, vedono i profitti scendere, mentre nuove realtà, soprattutto cinesi (Huawei in testa), continuano la loro scalata. Nonostante l'arrivo dei Galaxy S6 ed S6 Edge, i risultati finanziari del secondo trimestre di questo 2015 segnano un calo se confrontati con lo stesso periodo dell'anno precedente, con un fatturato di 42,5 miliardi di dollari, l'8,4% in meno . Rispetto al trimestre precedente la situazione è migliorata, ma si tratta pur sempre del settimo calo consecutivo degli utili per l'azienda coreana, un segnale che le cose, in un modo o nell'altro, cambieranno nei prossimi anni.
Secondo il Wall Street Jurnal, le vendite sotto le attese dei flagship Samsung sono da imputare più a problemi produttivi piuttosto che al mancato interesse degli utenti per i due smartphone. Sembra infatti che i dirigenti coreani avessero previsto di vendere quattro Galaxy S6 Flat per ogni S6 Edge, impostando in questo modo la produzione. In realtà, la domanda è stata più bassa, con due Flat venduti per ogni Edge, lasciando quindi sugli scaffali molti più dispositivi rispetto alle previsioni, soprattutto nella variante bianca. Questo ha portato anche alla presenza sul mercato di un quantitativo di modelli curvi non sufficiente a coprire le richieste. Già ora, gli impianti produttivi sono stati riconfigurati per andare incontro alle esigenze del mercato, ma nel frattempo il danno è fatto e bisognerà aspettare il terzo e il quarto trimestre dell'anno per vedere qualche cambiamento.
Cambiamento che, secondo Samsung, passerà anche attraverso l'uscita di un nuovo modello, che prende il meglio della variante Edge e lo porta in una scocca più grande, molto più grande, dando vita al Galaxy S6 Plus.

Galaxy S6 Edge XL

Prima di andare avanti nella descrizione del nuovo terminale, abbastanza attendibile viste le numerose fonti che la riportano, è bene precisare che le novità non saranno molte. A fronte di un aumento delle dimensioni infatti, gran parte delle specifiche dovrebbero rimanere le stesse degli attuali modelli, a partire dal processore. Nonostante Samsung abbia parlato più volte del nuovo processo produttivo a 10 nm, esso non sarà disponibile prima del 2016 nei prodotti commerciali. Questo significa che il SoC rimane l'ottimo Exynos 7420, che comprende quattro core Cortex A57 e quattro core Cortex A53 e una GPU Mali-T760 MP8. La RAM è di 3 GB di tipo LPDDR4, con 32, 64 o 128 GB di memoria interna. Anche se le dimensioni sono maggiori, il nuovo terminale non darà agli utenti la possibilità di espandere la memoria, un particolare che non piacerà di certo agli appassionati. Anche le due fotocamere rimarranno le stesse, con un sensore da 16 Megapixel posteriore, con stabilizzatore ottico d'immagine e apertura f/1.9, e uno da 5 Megapixel anteriore.
Ma veniamo ora alle novità. Novità che vedono nel display la principale differenza nei confronti dei precedenti modelli. Visto che la variante Edge sembra avere un appeal maggiore nel pubblico, Samsung ha deciso di riproporre il pannello a doppia curvatura, una scelta legata forse più al design che alle funzionalità specifiche introdotte per questo particolare schermo. La dimensione salirà da 5.1" a ben 5.7", con una risoluzione QHD. Il maggiore spazio a disposizione è sfruttato soprattutto dalla batteria, da 3220 mAh, contro i 2600 mAh della variante base. Sul fronte design, i bozzetti che circolano in rete mostrano un dispositivo identico al precedente, ovviamente di dimensioni maggiori, per cui non dovrebbero esserci cambiamenti sotto questo punto di vista.

Un altro concorrente per il Note 5?

Nel corso degli anni, la linea Note è diventata sinonimo di Phablet per Samsung, visti gli innumerevoli successi nelle vendite e l'ampio apprezzamento del pubblico. Come da tradizione, anche quest'anno, l'IFA di Berlino di settembre sarà il palcoscenico perfetto per la sua presentazione. Anche se le cose dovessero andare diversamente, con una presentazione anticipata, come alcuni rumor riportano, è lecito porsi una domanda: se le specifiche dell'S6 Plus dovessero essere confermate, quanto influirebbero sulle vendite di Note 5?
Chiaramente, si tratta di due prodotti diversi, con il Note votato alla produttività e l'S6 Edge più incentrato sulla multimedialità e gli aspetti ricreativi. Resta il fatto che gli schermi grandi attirano molto gli utenti, e la scelta tra un Note e un S6 Plus potrebbe non essere così scontata. Il rischio che il Note 5 possa essere cannibalizzato dal Plus, in una sorta di scena zombie in salsa Samsung, non è da sottovalutare, andando ad influire in modo negativo sulle vendite della storica linea di phablet.

Samsung Galaxy S6 Plus Il Galaxy S6 Plus, se le specifiche dovessero essere confermate, è un terminale da non sottovalutare. A prescindere dai gusti personali, unire il fascino dell’S6 Edge a uno schermo di grandi dimensioni, sempre più di moda nell’utenza mondiale, potrebbe essere una scelta azzeccata per dare respiro alle casse di Samsung, che rimangono comunque in pieno attivo nonostante il calo del fatturato. Le vendite del futuro Note 5 potrebbero risentirne, ma si tratta di un rischio che in Corea sembrano pronti a correre. Fattore determinante, in questa corsa alle dimensioni maggiori, sarà anche il prezzo. Ricordiamo che l’attuale S6 Edge è stato lanciato con un prezzo di vendita ufficiale di 739€ per il modello da 32 GB. A questo punto è lecito chiedersi a quanto potrà arrivare questo modello Plus: forse sarà proprio questo il fattore determinante per cercare di prevedere il successo o l’insuccesso di questo terminale, che dovrà vedersela con molti concorrenti, Note 5 in primis.