MWC 2016

Anteprima Samsung Gear 360

Il nuovo Gear 360 è una fotocamera standalone che consente di catturare e condividere contenuti multimediali a 360 gradi in maniera semplice e veloce, puntando tutto sulla realtà virtuale.

anteprima Samsung Gear 360
Articolo a cura di

Al Mobile World Congress di Barcellona abbiamo assistito al boom delle fotocamere a 360 gradi, piccole periferiche in grado di catturare tutto l'ambiente che le circonda in modo semplice e veloce. Anche Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ne ha parlato sul palco di Samsung, affermando che tale tecnologia trasporterà gli utenti in luoghi che non hanno mai visitato e che aiuterà a connettere le persone. Proprio il famoso social network è stato una delle prime realtà a sperimentare contenuti a 360 gradi, cominciando con un trailer dedicato al film Star Wars: Il Risveglio della Forza. L'arrivo di Samsung tra i produttori di questi ingegnosi dispositivi non è quindi una sorpresa. Presentato durante il keynote dell'azienda coreana, il Gear 360 è un accessorio che va a competere direttamente con la nuova proposta di LG, la 360 Cam. Essa è il tentativo della società di integrare fotografie di prossima generazione nella realtà virtuale, grazie anche al supporto dato dai nuovi top di gamma, Galaxy S7 ed S7 Edge. DJ Koh, President of Mobile Communications Business di Samsung, ha affermato che: "Sull'onda della release del Gear VR effettuata la scorso anno, Gear 360 continua a spingere sull'immersività, fornendo una visual experience che permette di catturare e condividere ogni momento della propria vita in modo facile".

Foto sferiche ad elevata risoluzione

Con un peso di 153 grammi, Samsung Gear 360 è un dispositivo molto compatto, che si lascerà facilmente trasportare in ogni situazione. I sensori piazzati sulla scocca sono due, con apertura focale f/2.0 con effetto fisheye; ognuno, preso singolarmente, ha un angolo di visuale pari a 195 gradi. Combinati, sono capaci di catturare istantanee a 30 megapixel, 3840 x 1920 pixel, che costituiscono circa il 90% del contenuto a schermo mostrato a risoluzione Ultra HD. Gear 360 mette a disposizione uno slot per microSD sino a 128GB, per registrare circa 7 ore di video alla qualità massima. La batteria agli ioni di litio integrata è da 1350 mAh, e consente al prodotto di rimanere acceso per circa due ore in registrazione video. Il processore che elabora le immagini è un DRIMe5s, che presenta una discreta potenza di calcolo, del tutto sufficiente per un dispositivo di questo tipo. All'esterno del prodotto è presente un display da 0,5 pollici PMOLED, la stessa tecnologia utilizzata dalla 360 Cam di LG. Il device Samsung è anche ergonomico e può essere agevolmente installato su una selfie stick, su un treppiedi (incluso in bundle) o su un qualunque alloggiamento capace di ospitare una action camera, considerato che il sistema di ancoraggio è universale.
Gear 360 supporta il Wi-Fi ac, quindi sia la banda dei 2,4 che dei 5 GHz, il Wi-Fi Direct, il Bluetooth 4.1 e l'NFC; offre tra l'altro una porta USB 2.0 collocata sulla scocca. I video registrati sono codificati con il nuovo codec H.265 in formato MP4, ma Gear 360 supporta anche gli MP3, M4A, AAC e OGG. La camera è resistente agli spruzzi in quanto è certificata IP53. Si può ad esempio utilizzare sotto la pioggia, ma non mentre si nuota perché non può resistere alle immersioni. Probabilmente, però, la società rilascerà una serie di accessori ufficiali per il Gear 360, fra i quali potrebbe essere inclusa anche una cover per portare il dispositivo sott'acqua.[youtube_hocIatxuddkIl device dell'azienda coreana può essere utilizzato in tanti modi, consentendo all'utente di scattare foto classiche, in time-lapse, di riprendere un video, o di sfruttare la modalità loop. Il Gear 360 può essere usato anche come un dispositivo per la sicurezza, monitorando l'area che lo circonda per segnalare la presenza di eventuali intrusi.
Come già accennato, la camera è compatibile con un'applicazione Android che Samsung ha sviluppato appositamente. Tramite questa l'utente può interagire con il dispositivo, trasformando il proprio smartphone in un remote controller. Una volta scattata la fotografia, questa può essere inviata via Wi-Fi direttamente all'app, che può editarla bilanciando il bianco, attivando l'HDR e tanto altro. E' possibile quindi condividere il file su Facebook, su YouTube e su numerose piattaforme differenti. Gear 360 può essere utilizzato con qualsiasi smartphone, e non solo con Galaxy S7 o S7 Edge, ma il processo di configurazione è in tal caso meno automatizzato.

Samsung Gear 360 Samsung ritiene che il Gear 360 sia una periferica ad ampio raggio, rivolta anche all’utente medio piuttosto che esclusivamente agli appassionati o al mercato di nicchia. Essa si rivela essere un buon compromesso fra qualità dei materiali e risoluzione dei sensori. Grazie alle sue dimensioni contenute ed alla sua leggerezza può essere sfruttata in modo funzionale anche come action camera. La risoluzione massima è molto vicina al 4K e quindi dovrebbe riuscire a realizzare video ed immagini con una buona definizione generale. Comoda inoltre la possibilità di editare le foto al volo, tramite l’applicazione dedicata, per poi condividerle velocemente sui principali social network e non solo. L’azienda asiatica non ha ancora rivelato informazioni sul prezzo, mentre la disponibilità è attesa per il secondo quarto del 2016.