Anteprima Sharp Aquos Xx

L'originale linea di smartphone senza cornici di Sharp si arricchisce con un nuovo modello, l'Aquos Xx, aggiornato con il processore Snapdragon 810, display Full HD da 5.7" e 3 Gb di RAM.

anteprima Sharp Aquos Xx
Articolo a cura di

Sharp è balzata agli onori delle cronache mondiali della telefonia l'anno scorso, annunciando al mondo l'Aquos Crystal. Il device si era fatto giustamente notare, più che per la scheda tecnica, non eccessivamente entusiasmante, per un design ed un'estetica diversa da quella dei concorrenti. Il terminale infatti era caratterizzato dalla quasi totale assenza di cornici attorno al display, una feature mai vista fino a quel momento. Nel 2015 Sharp ritorna sul mercato con due nuovi modelli: l'Aquos Crystal 2 e il top di gamma Aquos Xx. L'arrivo di questi prodotti non è più accompagnato da quel senso di novità che aveva contraddistinto i precedenti, dato che altre aziende hanno presentato in questo inizio 2015 smartphone border-less, togliendo ai telefoni Sharp la caratteristica che li contraddistingueva. Aquos Xx rimane, nonostante questo, un dispositivo dal design molto interessante e dalle specifiche tecniche all'avanguardia, difficilmente però lo vedremo mai arrivare in Europa.

Borderless

Aquos Xx fa uso di un display S-Pure LED da 5,7 pollici con risoluzione Full HD, con una densità di pixel di 386ppi. I bordi sottili consentono allo schermo di occupare il 77.7 % della scocca frontale del device, un valore decisamente elevato, tra i migliori considerando i prodotti già in commercio. Il design consente di mantenere anche dimensioni ridotte, se confrontate a dispositivi con il medesimo pannello: 146 x 79 x 8.7 mm, per 168 grammi di peso. Sotto la scocca troviamo il recente SoC Qualcomm Snapdragon 810 a 64-bit, con quattro core Cortex-A53 a 1.5 GHz e quattro core Cortex-A57 ad un clock di 2 GHz. La GPU è una Adreno 430. All'interno troviamo anche 3GB di memoria RAM e 32GB di storage interno, espandibile fino a 128GB attraverso una scheda microSD. Aquos Xx integra una batteria da 3.000mAh non rimovibile e uno slot per una scheda Nano-SIM. Sharp ha scelto di inserire una fotocamera posteriore con un sensore CMOS da 13 megapixel e flash LED.

La fotocamera frontale è solo da 2 megapixel ed è posta, a causa del particolare design del terminale, nella porzione inferiore non coperta dal display. In questa zona si trova anche la particolare capsula telefonica, che non è costituita da un classico altoparlante, ma da un sistema a conduzione ossea. Lo smartphone supporta la connettività 4G LTE, Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.0, GPS e NFC. A bordo troviamo Android 5.0 Lollipop, con una UI personalizzata dal produttore.
Il nuovo Aquos Xx è decisamente migliore del vecchio modello, considerando il mero lato tecnico. Sharp sceglie infatti di utilizzare i componenti più avanzati attualmente disponibili sul mercato, creando un device davvero top di gamma. Lo Snapdragon 810 è sicuramente uno dei processori più potenti attualmente disponibili e garantisce ottime performance in tutte le circostanze. Rimane soltanto da verificare se anche in questo telefono si verificheranno problemi di surriscaldamento, avuti anche su altri terminali. La GPU Adreno 430 assicura il massimo delle prestazioni in ambito multimediale, aiutata anche dalla risoluzione del display. Il comparto fotografico, analizzando la scheda tecnica, appare buono ma non eccezionale. Sharp avrebbe sicuramente potuto montare sensori della fotocamera migliori sul suo top di gamma. Certo, prima di esprimere un parere definitivo bisognerà vedere come si comporta il lato software, che se particolarmente curato, potrebbe comunque garantire ottime fotografie e video.
Il punto forte del terminale rimane sicuramente l'estetica. Il design di questo Aquos Xx può anche non piacere, ma il device non lascia comunque indifferenti. Non è più un prodotto senza eguali sul mercato, visto che tante società puntano adesso su smartphone border-less, ma rimane un dispositivo esteticamente molto gradevole. Il pannello del display occupa praticamente tutta la scocca frontale, lasciando piccolissimi bordi laterali. Rimane necessariamente più ampia la banda inferiore, data la presenza dei sensori, della fotocamera inferiore e della capsula telefonica. L'azienda, oltre ad aver mantenuto cornici pressoché inesistenti, ha ridotto ulteriormente lo spessore del dispositivo rispetto al suo predecessore, passando da 11 a 8,7mm.

Un'ottima notizia per gli utenti è il non aver sacrificato la batteria in nome del minor spessore: 3000 mAh dovrebbero consentire un'autonomia più che adeguata, Snapdragon 810 permettendo. Sharp aggiunge inoltre al suo smartphone l'impermeabilità, agli schizzi ma non all'immersione completa, una feature sicuramente apprezzata dagli utenti, che arricchisce le caratteristiche di questo Aquos Xx.

Sharp Aquos Xx Sharp Aquos Xx sarà disponibile da luglio in Giappone, in tre colorazioni, bianco, nero e rosso, ad un prezzo che non è ancora stato ufficializzato. In seguito, lo smartphone potrebbe arrivare anche in altri paesi, purtroppo sempre circoscritti al territorio asiatico. Non esiste per ora alcuna possibilità di vedere il device anche in Europa. Un vero peccato perché sarebbe stato interessante provare con mano questo Aquos Xx. Il device sulla carta non ha veri punti deboli, con un hardware al top dell’attuale generazione e un’estetica davvero invidiabile. Non abbiamo nulla da criticare a Sharp al momento, in attesa di vedere questo device alla prime prove sul campo. Rimane da scoprire il prezzo: non ci aspettiamo sicuramente un prodotto troppo economico, ma è anche certo che un costo spropositato potrebbe far cambiare irrimediabilmente il giudizio su questo device.