MWC 2016

Anteprima Sony Xperia X e XA

Dopo Xperia X Performance, parliamo dei nuovi dispositivi pensati da Sony per la fascia medio-alta, gli Xperia X e XA, dotati di caratteristiche davvero interessanti, come il display borderless.

anteprima Sony Xperia X e XA
Articolo a cura di

Sony ha presentato nuovi ed interessanti smartphone durante il Mobile World Congress, terminali che hanno sicuramente colpito l'ampio pubblico di appassionati. Tra i più inattesi troviamo senza ombra di dubbio gli esponenti dell'inedita serie X, tre smartphone dalle ottime caratteristiche tecniche che vanno a coprire diverse fasce del mercato. Abbiamo infatti un "quasi" top di gamma, l'Xperia X Performance, insieme a due device con hardware meno potente e costi più contenuti, Sony Xperia X e Xperia XA. Tutti e tre i dispositivi sono caratterizzati da un bellissimo design, oltre a sfoggiare un comparto fotografico di tutto rispetto, che include anche un particolare autofocus ibrido predittivo. Dello smartphone top di questa gamma X abbiamo già parlato in questa precedente anteprima, per cui ci limiteremo ad analizzare le specifiche tecniche degli altri due device, in arrivo sul mercato durante la prossima estate.
Sony rimane ancorata alla propria tradizione, decidendo ancora una volta di non stravolgere il design dei suoi nuovi prodotti. Non possiamo che essere d'accordo con questa scelta: i device del colosso nipponico sono infatti sempre al top per quel che riguarda aspetto e materiali. La gamma X si conferma ottima sotto questo punto di vista, con terminali esteticamente riusciti e caratterizzati da un ottimo assemblaggio della scocca.

Caratteristiche tecniche

Sony Xperia X non si discosta molto dal design tipico della gamma Z. La compagnia giapponese è riuscita però a migliorare l'ergonomia del terminale, grazie a dimensioni più contenute e a bordi della scocca arrotondati. A cambiare è anche la back cover: Sony sceglie di abbandonare il classico vetro per uno chassis completamente in metallo, disponibile in quattro differenti colorazioni, Graphite Black, White, Lime Gold o Rose Gold. Sony Xperia X include un display IPS da 5 pollici a risoluzione Full HD e 441 pixel per pollice, con tecnologia TRILUMINOS ed una copertura in vetro con una leggera curvatura lungo i bordi. Sotto la scocca troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 650, con frequenze fino a 1.8GHz, GPU Adreno 510, 3 GB di memoria RAM e 32/64 GB di storage interno, espandibile mediante MicroSD fino a 200GB. Abbiamo una scheda tecnica di tutto rispetto, che pone questo Xperia X di diritto nella fascia medio-alta del mercato. Non manca una batteria da 2620mAh che dovrebbe assicurare fino a 2 giorni di autonomia, secondo i dati ufficiali. Questo grazie alla nuova CPU, alla presenza del sistema operativo Android Marshmallow e alle funzionalità di risparmio energetico incluse da Sony. La connettività è al top per la categoria: troviamo infatti Wi-Fi b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, Miracast, LTE CVat.6, NFC, GPS e A-GPS, oltre ad un lettore di impronte digitali. Arriviamo dunque al punto forte del terminale, il comparto fotografico. La casa nipponica ha dotato il suo smartphone di un eccellente sensore, l'Exmor RS da 23 Megapixel. La cam include il supporto per la tecnologia Predictive Hybrid Autofocus, che assicurerebbe ottime foto anche con soggetti in movimento. L'hardware progettato da Sony sarebbe in grado di prevedere dove si sposterà l'elemento inquadrato dalla fotocamera, aggiustando la messa a fuoco di conseguenza e con elevatissima velocità, intorno ai 0.6 secondi. Da non sottovalutare anche la cam frontale da 13 Megapixel, con stabilizzazione dell'immagine e registrazione video fino a 1080p.
Il modello base della nuova gamma X è il Sony Xperia XA. Il terminale è forse il più riuscito dei tre per quel che riguarda il design. Sony è riuscita a ridurre al minimo lo spazio intorno allo schermo, un display edge-to-edge con bordi curvi. La scocca è in plastica, ma l'estetica del terminale non sembra intaccata dal cambiamento dei materiali.

Un prodotto davvero eccellente per assemblaggio e qualità generale, che tutto sembra tranne un terminale di fascia media. Il colpo d'occhio è sicuramente notevole, sebbene lo schermo IPS da 5 pollici, con Mobile BRAVIA Engine 2, abbia una risoluzione più bassa rispetto ai fratelli maggiori, solo 720p. Cambia naturalmente anche l'elenco di componenti presenti sotto la scocca. Sony abbandona Qualcomm per affidarsi al chipset MediaTek MT6755, un octa-core a 2GHz con GPU Mali T860, 2 GB di memoria RAM, 16 GB di storage interno espandibile ed una batteria da 2300 mAh. Al contrario degli altri due esponenti della gamma X, qui purtroppo manca il lettore di impronte digitali. A cambiare è anche il comparto fotografico, leggermente meno potente rispetto ad Xperia X e X Performance. Sony ha scelto un sensore Exmor RS da 13 megapixel con apertura 1/3'' e Autofocus Ibrido. La cam frontale è invece da 8 megapixel con lenti grandangolari e supporto HDR.

Sony Xperia X I nuovi terminali di Sony sembrerebbero avere tutte le carte in regola per attrarre molti acquirenti. Abbiamo infatti due smartphone contraddistinti da un ottimo design e da eccellenti caratteristiche tecniche. Xperia X ha poco da invidiare alla fascia alta del mercato, grazie all'ottima fotocamera unita ad un design curato, che potrebbe addirittura farlo preferire a prodotti più blasonati. Xperia XA rappresenta invece un’ottima alternativa per la fascia media. Un device che ha probabilmente pochi rivali per quel che riguarda il design, ma che resta indietro sul fronte della risoluzione dello schermo e delle altre specifiche. La nota dolente di questa nuova gamma di Sony potrebbe essere rappresentata dal costo dei device: Xperia XA sarebbe proposto ad un prezzo di 299€, con l’Xperia X che arriverebbe addirittura a 599€. Cifre che possono essere in parte giustificate, ma che ci sembrano troppo alte rispetto all’offerta della concorrenza nella stessa fascia di prezzo.