Anteprima Sony Xperia Z4

Sony annuncia a sorpresa il suo nuovo top di gamma Xperia Z4. Il dispositivo è caratterizzato da una CPU Snapdragon 810 e da uno schermo da 5.2" Full HD, mantenendo l'impermeabilità nonostante la presenza dello slot Micro SD.

anteprima Sony Xperia Z4
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Le presentazioni degli smartphone top di gamma sono eventi che richiedono una lunga preparazione. Tutto viene studiato nei minimi dettagli, dal luogo in cui si svolge l’evento alle persone da invitare, cercando di fornire la più ampia copertura mediatica possibile. Da questo punto di vista, fa strano vedere che lo smartphone che rappresenterà il meglio della tecnologia Sony per questo 2015, il nuovo Xperia Z4, è stato ufficializzato con un semplice comunicato stampa dal Giappone, che sta pian piano facendo il giro del mondo. Non si tratta di una vera e propria sorpresa, visto che i ben informati davano per oggi una presentazione importante in casa Sony, anche se in molti avevano individuato nel modello Z3 Neo il principale candidato. La pacatezza dell’annuncio stupisce dunque, in un settore caratterizzato da keynote ed eventi in cui partecipano migliaia di persone. Ad ogni modo, siamo di fronte ad uno smartphone che si rinnova nel comparto hardware più che nel design, seppur non discostandosi molto dal già ottimo Xperia Z3.

Caratteristiche tecniche

Le informazioni trapelate dal Giappone non permettono, allo stato attuale, di approfondire più di tanto le caratteristiche software del nuovo prodotto, per cui ci concentreremo sull’hardware e sul design. Partendo dal primo, Xperia Z4 è caratterizzato dalla presenza del SoC Qualcomm Snapdragon 810, utilizzato in diversi top di gamma quest’anno, ad esclusione di Samsung, che ha optato per una soluzione fatta in casa, l’Exynos 7420. La GPU è un modello Adreno 430, che permette di muovere al massimo tutti i giochi disponibili sullo store di Google. Come HTC, anche Sony ha deciso di non puntare su uno schermo 2K, preferendone uno da 5.2” Full HD, una scelta condivisibile dal punto di vista delle prestazioni, meno da quello dell’immagine, visto che in questo modo si sarebbe potuto differenziare meglio questa nuova variante dalla precedente, ancora molto attuale per quanto riguarda le specifiche tecniche.

La memoria RAM installata è di 3 Gb, con 32 Gb di ROM, espandibile fino a 128 Gb tramite Micro SD. Sony è riuscita dove Samsung non ha osato arrivare, continuando a fornire ai suoi smartphone top di gamma la resistenza all’acqua e alla polvere nonostante la presenza dello slot di espansione per la memoria interna. Il comparto fotografico vede invece la presenza di una camera da 20.7 megapixel Exmor RS posteriore e di una anteriore sempre Exmor da 5.1 megapixel con ottica grandangolare. Le specifiche si chiudono con la batteria, da 2930 mAh, contro quella da 3100 mAh installata sul precedente modello. In definitiva, rispetto allo Z3, le differenze più evidenti riguardano il processore, passato dallo Snapdragon 801 all’810, e la fotocamera frontale, da 2.2 a 5.1 megapixel.

Design

Il design rimane quello classico a cui la serie Z ci ha abituati, con l’utilizzo di materiali di pregio, che non precludono la già citata resistenza all’acqua e alla polvere. La struttura dello smartphone rimane in metallo, mentre la parte frontale e quella posteriore sono ricoperte di vetro Gorilla Glass 4. Novità per quanto riguarda la porta micro USB, che nel nuovo top di gamma è priva dello sportellino di protezione, cosa che non inficia l’impermeabilità del dispositivo. Sony ha approfittato dell’update per ridurre lo spessore dello Z4, portandolo a 6.9 mm, abbassando per altro il peso del terminale a 144 g. Disponibili diverse colorazioni, che comprendono i classici bianco e nero, oltre al verde e al color rame. Il software installato è Android Lollipop 5.0, anche se da qui all’uscita si potrebbero vedere ulteriori aggiornamenti. Purtroppo non si sa ancora nulla sui prezzi e sulla disponibilità effettiva del prossimo Xperia Z4, ma sembra improbabile un suo arrivo sui mercati prima dell’estate, visto anche che Sony ci ha abituato ad attese piuttosto lunghe dopo l’ufficializzazione dei suoi terminali.

Aggiornamento: Sembra proprio che il nuovo dispositivo rimarrà un'esclusiva per il mercato giapponese, mentre la variante che sarà lanciata nel resto del mondo verrà presentata a maggio. Difficilmente però ci saranno rivoluzioni da un punto di vista tecnico, visto il già ottimo hardware di cui è dotata questa versione. Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi.

Sony Xperia Z4 Xperia Z4 arriva un po’ come un fulmine a ciel sereno, senza grandi proclami e, in fondo, un po’ in sordina rispetto alle soluzioni concorrenti. In un periodo che vede le aziende tech organizzare eventi di presentazione milionari, vedere Sony che ufficializza il suo nuovo top di gamma in questo modo è quanto mai atipico, anche se alla fine quello che conta veramente è il prodotto. Prodotto che si rinnova leggermente da un punto di vista visivo, portando inoltre l’hardware al livello della concorrenza per quanto riguarda la potenza computazionale, grazie allo Snapdragon 810. Rimaniamo in attesa di ulteriori informazioni da parte di Sony, che faranno certamente luce sulle nuove funzioni che l’azienda giapponese ha previsto per il suo nuovo flagship.